/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Foggia calcio, arrestato il patron Sannella per riciclaggio: società a rischio commissariamento

Foggia calcio, arrestato il patron Sannella per riciclaggio: società a rischio commissariamento

Terremoto societario a Foggia. Il patron Fedele Sanella è stato arrestato con l'accusa di riciclaggio nell'ambito dell'inchiesta della Dda di Milano che aveva già portato, nello scorso dicembre, all'arresto dell'ex vicepresidente della società Ruggiero Massimo Curci. L'ordinanza è il risultato del proseguo della maxi inchiesta "Security" del maggio 2017, firmata dai magistrati Ilda Boccassini e Paolo Storari. Secondo l'accusa, Sannella avrebbe ricevuto e riciclato personalmente circa 378.750,00 euro in denaro contante, reimpiegandoli nel Foggia Calcio Srl sia attraverso la corresponsione di somme di denaro in nero agli atleti, allenatori, procuratori, sia mediante pagamenti funzionali alla gestione della società calcistica, così ostacolando l'identificazione della provenienza illecita del denaro. La Dda di Milano, per la prima volta in Italia per quanto riguarda una squadra di calcio, ha richiesto al gip di Milano di disporre l'applicazione della misura cautelare della nomina di un commissario giudiziale per la durata di un anno, nei confronti del Foggia.

 

 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.