/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Il Bari non si ferma più: a Terni arriva la terza vittoria consecutiva. In gol Henderson e Marrone

Il Bari non si ferma più: a Terni arriva la terza vittoria consecutiva. In gol Henderson e Marrone

Il Bari non si ferma più. A Terni terza vittoria consecutiva e terzo posto in classifica, a pari merito con il Palermo. A sole cinque lunghezze di distanza dal Frosinone e sei dalla capolista Empoli. A decidere il match con la Ternana le prime reti in maglia biancorossa di Henderson e Marrone. Nel mezzo il pareggio dell'ex Defendi, nell'unica leggerezza del reparto difensivo. La formazione di Grosso conferma quanto mostrato nelle ultime due precedenti uscite, squadra non brillante sul piano del gioco ma abile a sfruttare gli episodi. Un Bari cinico, maturo e che sembra essersi calato finalmente nel clima della serie B. Solido e compatto come piace a Fabio Grosso. La vittoria del Bari operaio. Martedì si torna in campo, al San Nicola la sfida contro lo Spezia.     

 Grosso sceglie la strada della continuità: rispetto a Cremona, in campo il rientrante Basha per Petriccione e Tello per Busellato. In attacco Galano agirà ancora a sinistra, con Anderson sulla corsia opposta, Kozak il centravanti. Non c'è in panchina Brienza, fermo per un fastidio muscolare accusato alla vigilia del match.   

 Pronti via e il Bari sblocca subito la partita con un destro di Henderson dalla lunga distanza che beffa Plizzari. Primo gol in Italia e con la maglia biancorossa per il centrocampista scozzese. Poi è Galano a sfiorare il raddoppio con un sinistro respinto dal portiere umbro. Inizio veemente del Bari e Ternana in difficoltà. Al primo vero affondo però la formazione di De Canio trova la rete del pareggio: cross di Paolucci da sinistra e inserimento vincente di testa dell'ex Defendi.  Uno a uno e partita che improvvisamente si spegne. La Ternana preferisce attendere nella propria metà campo, il Bari fatica a velocizzare la manovra, poco movimento senza palla e Kozak isolato in attacco. E primo tempo che si chiude in parità. 

Come il primo tempo il Bari parte subito forte. Dalle retrovie lancio millimetrico di Marrone per Anderson, bravo a controllare il pallone ma non preciso nella conclusione a rete. Non cambia il copione tattico. La Ternana resta schiacciata nella propria metà campo, pallino del gioco nelle mani del Bari.  Ma la supremazia territoriale non si traduce in occasioni da rete. Dopo un brivido su un tiro cross di Tremolada, Grosso cambia inserendo Improta per Anderson. E Galano che può tornare nella posizione a lui preferita, largo a destra nel tridente offensivo. Al 63' il raddoppio del Bari: angolo di Henderson e colpo di testa vincente di Marrone, anche lui come lo scozzese al primo gol con la maglia biancorossa. Poi è Kozak a sbagliare clamorosamente da pochi passi il tre a uno, lisciando il pallone su assist di Improta. Sarà l'ultima occasione. Il Bari supera la Ternana e balza al terzo posto in classifica.   

 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.