Home Attualità Sos mafia a Torre Quetta, il Tar ha deciso: gestione della spiaggia...

Sos mafia a Torre Quetta, il Tar ha deciso: gestione della spiaggia affidata al Comune di Bari

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sarà il Comune di Bari a gestire questa estate la spiaggia di Torre Quetta e non più la società Il Veliero, per il pericolo di infiltrazioni mafiose nella gestione dell’attività. Lo ha stabilito il Tar Puglia, che ha rigettato l’istanza cautelare fatta dalla società, ricorsa contro l’interdittiva antimafia della Prefettura di fine maggio e contro la revoca delle concessioni decisa conseguentemente dal Comune. La società dovrà sgomberare sia Torre Quetta che il bar della spiaggia più centrale di Pane e Pomodoro.

Nell’ordinanza cautelare i giudici spiegano che “l’interesse pubblico primario” è “rappresentato dalla necessità di impedire alle organizzazioni malavitose d’inserirsi nel tessuto economico e sociale” e “si concretizza nella necessità di evitare che la criminalità organizzata, tramite le concessioni demaniali marittime revocate dal Comune raggiunga proprio il risultato che l’ordinamento intende impedire ovvero quello di condizionare direttamente o indirettamente la gestione del bene”.

Sulla gestione dello stabilimento balneare, poi, il Tar evidenzia che “il Comune sta sollecitamente ponendo rimedio alle ricadute temporali in termini di immediata e piena fruibilità del bene pubblico da parte della collettività, anche per quanto riguarda l’adozione delle misure anti Covid, mediante la gestione diretta della spiaggia di Torre Quetta, come è sempre avvenuto per quella attigua di Pane e Pomodoro”. È “conseguentemente esclusa anche la configurabilità di un danno grave e irreparabile alla fruizione collettiva del bene demaniale”.

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui