17.3 C
Comune di Bari
sabato 10 Aprile 2021
Home Attualità Caporalato, Cgil ricorda Paola Clemente: bracciante morta nel 2015 ad Andria

Caporalato, Cgil ricorda Paola Clemente: bracciante morta nel 2015 ad Andria

Da leggere

Ggil Flai Puglia ricorda Paola Clemente, a cinque anni dalla sua morte, “quale simbolo della lotta al caporalato e allo sfruttamento nelle campagne che, nonostante i passi avanti fatti sul piano legislativo e nell’azione di contrasto da parte di magistratura e organismi di vigilanza, sporca ancora uno dei settori più importanti dell’economia pugliese”.

Paola Clemente morì il 13 luglio 2015 mentre lavorava alla acinellatura dell’uva nelle campagne di Andria. “In quella tragica e caldissima estate – ricorda Antonio Gagliardi, segretario generale Flai Cgil Puglia – furono cinque, tra italiani e stranieri, i braccianti a morire nei campi. Per la morte di Paola c’è un processo in corso ma grazie alla battaglia condotta in suo nome dal 2016 abbiamo la legge 199 a lei simbolicamente intitolata, che si sta rivelando, a detta degli stessi magistrati, strumento prezioso di contrasto allo sfruttamento e al caporalato. Purtroppo fenomeni ancora presenti, come testimoniano proprio inchieste e arresti anche delle ultime settimane, specie in Capitanata”.

“L’agroalimentare è elemento importante del brand Puglia – dicono Gagliardi e Pino Gesmundo, segretario generale Cgil Puglia – , settore strategico per la nostra economia, elementi che dovrebbero vedere tutti schierati a favore della legalità e del rispetto delle persone e dei contratti. Quel che manca assieme all’azione di contrasto è allestire servizi di accoglienza, intermediazione e trasporto pubblici, per toglierli al controllo dei caporali che su questo costruiscono il proprio potere contrattuale. Su questo c’è ancora tanto da fare da parte delle istituzioni e con la collaborazione delle imprese”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche