6.8 C
Comune di Bari
giovedì 15 Aprile 2021
Home Attualità Xylella, allarme Coldiretti Puglia: “Focolaio a ridosso di Monopoli. Urge arrestare avanzata...

Xylella, allarme Coldiretti Puglia: “Focolaio a ridosso di Monopoli. Urge arrestare avanzata verso Bari”

Da leggere

“Con i due ulivi risultati infetti da Xylella in località Lamalunga, ad appena 350 metri dal confine con l’agro di Monopoli, sono saliti a quattro i focolai a Fasano, per cui è urgente procedere immediatamente con gli espianti chirurgici previsti nell’area cuscinetto”. È quanto dichiara Coldiretti Puglia, che chiede interventi risoluti per evitare che l’infezione prosegua la sua avanzata senza ostacoli in direzione Bari.

“Gli agricoltori vivono un periodo di forte criticità tra l’avanzata della Xylella e le crisi di mercato causate dall’emergenza Coronavirus. La numerosità delle infezioni riscontrate a Fasano, Ostuni, come già avvenuto a Carovigno – afferma il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia – disegnano uno scenario oscuro già visto a Oria e Francavilla, dove per non abbattere 47 ulivi malati, con espianti bloccati dai ricorsi al TAR, sono morti 3.100 alberi, consentendo al vettore di continuare ad infettare migliaia di esemplari anche monumentali. La Xylella è certamente la peggior fitopatia che l’Italia potesse conoscere, che ‘cammina’ ad una velocità impressionante, considerato che in 6 anni il danno del patrimonio olivetato ha superato 1,6 miliardi di euro”.

“Continua a mancare una strategia condivisa e univoca tra enti regionali, nazionali e comunitari per fermare la malattia e ridare speranza di futuro ai territori che hanno perso l’intero patrimonio olivicolo e paesaggistico – aggiunge ancora Muraglia -. Per la lotta alla malattia il Consiglio regionale ha assunto un orientamento chiaro il 31 maggio 2018, approvando un ordine del giorno all’unanimità che prevede la discussione sul tema Xylella attorno al tavolo istituzionale, di cui Coldiretti chiede da anni invano la convocazione urgente perché il dramma della Xyella continua ad essere affrontato e gestito a pezzi, senza una strategia condivisa anche dai differenti enti preposti della Regione Puglia”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche