11 C
Comune di Bari
mercoledì 14 Aprile 2021
Home Attualità Covid, ok dei medici di base ai test rapidi: accordo con la...

Covid, ok dei medici di base ai test rapidi: accordo con la Regione Puglia

Da leggere

I medici di medicina generale e i pediatri pugliesi potranno effettuare, nei propri studi o in strutture individuate dalle Asl, i test rapidi ai contatti stretti asintomatici al termine della quarantena di 10 giorni; potranno prendere in carico il paziente con sintomi Covid e prenotare il tampone molecolare; e potranno disporre l’isolamento fiduciario ad esito positivo del tampone, stabilendo la data di inizio e fine della quarantena.

È quanto prevede il protocollo di intesa firmato oggi tra Regione Puglia, pediatri e Fimmg Puglia. Non hanno firmato invece le sigle sindacali Smi, Snami e Simet. “La Regione Puglia – dichiara il presidente Michele Emiliano – schiera i medici di medicina generale e i pediatri nel contrasto al Covid. Si occuperanno di seguire i pazienti che si trovano in assistenza domiciliare, la Regione li sosterrà anche attraverso la telemedicina e costruiranno insieme, Regione, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, il nuovo modello di ospedale che si decentra nelle abitazioni dei cittadini, non solo per il Covid ma più in generale per tutte le situazioni gestibili a domicilio che necessitano di cure e di assistenza”.

Per l’assessore regionale alla Salute, Pierluigi Lopalco, “da oggi abbiamo in campo migliaia di medici che conoscono i loro pazienti, il territorio, e potrebbero essere determinanti per contenere la pandemia e limitare i ricoveri, disponendo tamponi, quarantene e portando le cure a casa”. “L’accordo firmato oggi – spiega il direttore del dipartimento Politiche della Salute, Vito Montanaro – recepisce l’accordo nazionale e lo integra”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche