7.1 C
Comune di Bari
mercoledì 21 Aprile 2021
Home Apertura Bari, per quattro mesi combatte in ospedale contro SEU e polmonite: bimbo...

Bari, per quattro mesi combatte in ospedale contro SEU e polmonite: bimbo di 5 anni guarito al Pediatrico

Da leggere

Ha combattuto per quattro mesi in ospedale, sottoposto prima a dialisi per sindrome emolitico uremica (SEU), poi a intervento chirurgico per la perforazione dell’intestino, quindi intubato con ventilazione meccanica per una polmonite virale. Ma dopo una lunga degenza in Nefrologia e con l’assistenza dell’intero ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari ce l’ha fatta: a soli 5 anni ha affrontato la malattia e le sue complicanze ed è guarito. “Adesso però – specificano dal Pediatrico – dovrà affrontare un percorso di riabilitazione per poter riacquisire tutte le funzionalità”.

Il piccolo paziente, arrivato a luglio al Giovanni XXIII con la diagnosi di Sindrome emolitico uremica da batterio Escherichia Coli, è stato appena dimesso. Il suo è stato un percorso lungo e complicato che ha coinvolto 10 reparti: quelli di Nefrologia e Terapia Intensiva pediatrica con il supporto degli specialisti di Neurologia, Chirurgia, Radiologia, Malattie infettive, Riabilitazione, Laboratorio, Otorino e Gastroenterologia. Praticamente quasi tutto l’ospedale.

Il “piccolo guerriero”, come lo hanno soprannominato medici e infermieri, ha superato il peggio ed è tornato a casa. Nei momenti più difficili della malattia, oltre alle cure mediche, il piccolo paziente è stato stimolato, con l’assistenza del servizio di Psicologia e della scuola ospedaliera, con la musica e i video.

“Si è trattato di un caso particolarmente severo di SEU che ci ha messo duramente alla prova – spiega il dottor Mario Giordano, direttore dell’unità di Nefrologia – con tutte le equipe dell’ospedale abbiamo collaborato in maniera partecipe: il piccolo è diventato la mascotte del Pediatrico. Medici, infermieri e operatori sanitari si sono dedicati a lui – conclude -. Lo abbiamo stimolato in tutti i modi sia con le terapie sia con la musica”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Buon 48esimo Telebari!