11 C
Comune di Bari
mercoledì 14 Aprile 2021
Home Attualità Covid, da giugno 1000 infermieri passati dalle Rsa alle Asl pugliesi

Covid, da giugno 1000 infermieri passati dalle Rsa alle Asl pugliesi

Da leggere

Da giugno a dicembre circa 1000 infermieri sono passati dalle Rsa o Rssa alle Asl pugliesi, lasciando buchi nelle piante organiche delle strutture private. Il dato è emerso durante la riunione che si è svolta in videoconferenza oggi pomeriggio tra le associazioni dei gestori delle Rsa e la Regione Puglia.

Per far fronte all’emergenza coronavirus, le sei Asl pugliesi hanno assunto quasi 1.200 infermieri ma quasi tutti lavoravano alle dipendenze delle Rsa, che non sempre sono riusciti a rimpiazzare i professionisti che hanno lasciato il posto di lavoro. “Questo ha provocato una carenza media di 2-3 unità” in ogni Rsa, si legge nel documento di sintesi della riunione.

“Considerato che le strutture complessivamente sono circa 150 – è scritto – possiamo desumere una carenza complessiva di circa 500 unità”. I gestori privati chiedono che “nei futuri bandi” delle Asl “si precisi che gli infermieri che negli 2 mesi hanno prestato servizio alle dipendenze di strutture socio-sanitarie-assistenziali private, assumendo l’incarico in Asl restino, per tutta la durata del periodo emergenziale, presso le strutture di origine”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche