11.1 C
Comune di Bari
mercoledì 14 Aprile 2021
Home Attualità Comune di Bari, crisi da Covid: torna attiva la piattaforma online per...

Comune di Bari, crisi da Covid: torna attiva la piattaforma online per buoni spesa ai più bisognosi

Da leggere

Sarà riattivata da domani la piattaforma informatica del Comune di Bari per la distribuzione di buoni spesa, del valore complessivo di 2 milioni 430 mila euro, per coloro che si trovano in difficoltà economiche. Il sistema entrerà in funzione alle 12 e consentirà di accedere ai buoni spesa attraverso la compilazione di un form online sul sito istituzionale del Comune.

I fondi disponibili ammontano a 2 milioni di trasferimenti statali e 430mila euro rivenienti dal ribasso d’asta in sede di gara per l’individuazione del fornitore, che saranno distribuiti in buoni spesa cartacei da 10 euro l’uno. Ogni persona potrà ricevere buoni spesa da 100 euro e, nel caso di nuclei familiari composti da 4 o più persone, i buoni spesa non potranno superare il valore complessivo di 400 euro. Alla misura potranno accedere i cittadini residenti nel Comune di Bari con reddito ISEE pari o inferiore a 3mila euro nel cui nucleo familiare non vi siano beneficiari di altre forme di sostegno pubblico al reddito o, per gli utenti con ISEE superiore a 3mila euro, dovranno essere certificate gravi conseguenze economiche a causa dell’emergenza sanitaria (licenziamento, sospensione attività con partita IVA) e di non avere depositi bancari superiori a 6mila euro.

“Sappiamo che l’emergenza sanitaria, purtroppo ancora in corso, ha riacceso anche l’emergenza sociale – ha detto il sindaco Antonio Decaro – . Abbiamo sostenuto con il Governo la necessità di stanziare nuove somme per la cosiddetta ’emergenza alimentare’ perché sappiamo che questa pandemia ha allargato la fascia di povertà sommersa. Dobbiamo arrivare in tutte le case dove c’è bisogno e non lasciare nessuno da solo ad affrontare il periodo di festa che ci accingiamo a vivere. Periodo che, se per tanti rappresenta un’occasione di gioia e calore familiare, per alcuni può essere una situazione ancora più triste e difficile”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche