26.2 C
Comune di Bari
lunedì 20 Settembre 2021
Home Attualità Lavoro, Cgil Puglia a Regione: “Serve un patto per lo sviluppo. Nel...

Lavoro, Cgil Puglia a Regione: “Serve un patto per lo sviluppo. Nel 2020 persi 18mila posti”

Notizie da leggere

“Lanciamo una sfida di democrazia alla Regione Puglia, a Michele Emiliano e alla sua Giunta. Vogliamo che si apra una riflessione e si costruisca un patto per il lavoro e lo sviluppo sostenibile, che metta intorno al tavolo soggetti sociali e di rappresentanza, quelli datoriali, le province, i sindaci, i giovani e gli studenti. Un patto che provi a costruire quella rete indispensabile in una fase come questa per dare prospettive e utilizzare al meglio le risorse a disposizione”. Lo ha detto il segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, commentando i dati del 2020 relativi alla disoccupazione e al disagio sociale.

Numeri spaventosi, quelli documentati dalla Cgil Puglia. Un calo del 10% del Pil per 7 miliardi di ricchezza bruciata, una perdita stimata di oltre 18mila posti di lavoro, 220mila lavoratori in cassa integrazione, 18mila famiglie che percepiscono il reddito di cittadinanza, 125.661 cittadini in totale (35mila in più del 2019), con quasi un quarto delle famiglie in condizioni di povertà relativa.

Dai dati emerge che tra gennaio e settembre dello scorso anno sono state autorizzate 100mila ore di cassa integrazione guadagni tra interventi ordinari, straordinari e in deroga. Circa la metà (47mila) ha riguardato il settore dell’industria, 30mila il commercio, oltre 15mila le costruzioni, quasi 5mila l’abbigliamento e i trasporti e telecomunicazioni.

Nel secondo trimestre 2020, prima fase della pandemia, i settori che hanno registrato il calo più significativo di occupati sono stato quelli del commercio, alberghi e ristoranti, -15,4% rispetto allo stesso periodo del 2019. Dal luglio a dicembre la task force regionale per l’occupazione ha gestito 54 fascicoli di crisi aziendali, con 8 mila lavoratori a rischio, il 40% dei quali nell’industria, ma il totale delle aziende seguite dalla task force riguarda circa 19 mila lavoratori.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche