28.2 C
Comune di Bari
sabato 24 Luglio 2021
Home Attualità Priorità alla Scuola, sit-in a Bari: “Tornare in presenza è necessario. Preoccupati...

Priorità alla Scuola, sit-in a Bari: “Tornare in presenza è necessario. Preoccupati dal silenzio di Emiliano” – VIDEO

Notizie da leggere

Per la seconda volta in meno di due mesi, i rappresentanti della sezione pugliese di Priorità alla Scuola, Comitato SAIS di Altamura, Cobas Scuola e Comitato Genitori Speciali di Altamura scendono in piazza: un sit-in organizzato son l’intenzione di incontrare la prefetta di Bari, Antonia Bellomo, e che in tarda mattinata ha visto una delegazione confrontarsi con il vice capo di gabinetto della prefetta.

In primo piano, hanno spiegato i manifestanti, la speranza che non si ripetano più “le incongruenze e deficienze dello scorso anno scolastico – hanno spiegato -. Continua a preoccuparci il silenzio del governo regionale sugli interventi da implementare per una scuola in presenza e in continuità per il nuovo anno scolastico”.

“Continua a preoccuparci la leggerezza con cui si continua, a distanza di 6 mesi, a non dare piena attuazione a una delibera regionale che istituiva i TOSS (team operatori socio sanitari) ogni 1.500 studenti con l’obiettivo di supportare le scuole nei tracciamenti e nella prevenzione. Come continuano a preoccuparci i protocolli regionali che considerano i contatti a scuola come ‘contatto stretto’ anche in presenza di distanziamento e dispositivi di protezione”.

“Le richieste esplicitate nei mesi scorsi erano e sono tutte dirette a monitorare gli interventi in corso che devono essere completati da subito da tutte le Autorità coinvolte – concludono -, perché a settembre non vogliamo trovarci di fronte a nessun alibi. Perché a settembre si deve rientrare a scuola in presenza e continuità al 100% per ogni ordine e grado”.

Le richieste portate in Prefettura riguardano in primis il rafforzamento del trasporto pubblico. Poi l’ampliamento degli spazi scolastici, con maggiore sicurezza e adeguati sistemi di areazione degli ambienti negli istituti. Prevenzione sanitaria e monitoraggio permanente nelle scuole, come detto. E ancora l’assunzione e la stabilizzazione di nuovi docenti per la riduzione drastica delle classi pollaio e delle supplenze. Chiesto anche un intervento immediato per impedire l’imminente chiusura della scuola Del Prete nel popolare quartiere Carrassi di Bari.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche