13.9 C
Comune di Bari
martedì 26 Ottobre 2021
Home Attualità Bari, nel faro di San Cataldo un museo della radio e delle...

Bari, nel faro di San Cataldo un museo della radio e delle torri costiere: tutto pronto per la riqualificazione

Notizie da leggere

Il faro di San Cataldo diventerà un luogo destinato ad attività di esposizione e di animazione culturale. Un progetto importante, dell’importo complessivo di 510mila euro, che prevede di destinare gli ambienti del piano terra a “Museo dei fari e delle torri costiere della Puglia” e a “Museo della radio”, in ricordo del primo collegamento radiotelegrafico via etere con il Montenegro realizzato il 1 settembre 1904 da Guglielmo Marconi proprio dal faro di San Cataldo.

Una vera e propria riqualificazione che interesserà anche la struttura esterna del faro, attraverso lavori di valorizzazione che interesseranno l’edificio a due piani collegati tra loro da un corpo scala in pietra (che funge anche da accesso alla lanterna del faro), costituito da un fabbricato in muratura. Le facciate esterne saranno oggetto di un intervento di manutenzione straordinaria che prevede la rimozione delle tinte attuali e il ripristino dell’intonaco con uno nuovo dalle caratteristiche identiche all’esistente. All’interno, invece, si procederà al ripristino degli ambienti originari, così come anche la biglietteria sarà completamente riqualificata.

Per quanto riguarda “Museo della radio” sarà composto da una stanza dedicata alla storia della radio, una che esporrà pezzi storici e cimeli, e un’altra dedicata alla prima trasmissione radio nonché alla figura di Guglielmo Marconi. Le stanze dall’altro lato, destinate ad accogliere il “Museo dei fari e delle torri costiere della Puglia”, esporranno invece materiali relativi alla storia del faro di San Cataldo, al cammino dei fari di Puglia e all’itinerario delle torri in terra di Bari.

“La valorizzazione del faro è un progetto strategico che si inserisce nel più ampio programma della riqualificazione dei quartieri Marconi – San Girolamo – Fesca e San Cataldo – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso – L’immobile, di evidente pregio, ben si presta ad accogliere iniziative ed eventi che possono fungere da attrattore turistico per la città oltre che aiutare il quartiere a ritrovare un elemento di forte identità intorno al quale costruire un nuovo modello di sviluppo. Parallelamente – conclude – sta andando avanti il progetto di riqualificazione del lungomare e del parco su cui il faro si affaccia, per cui la giunta ha già approvato i diversi livelli di progettazione e per cui si stanno attendendo tutti i pareri prima di terminare la procedura e indire la gara dei lavori”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche