12.3 C
Comune di Bari
giovedì 9 Dicembre 2021
Home Attualità Bari, bando da 330mila euro per le piccole imprese: risorse esaurite in...

Bari, bando da 330mila euro per le piccole imprese: risorse esaurite in 20 minuti

Notizie da leggere

Oltre 300mila euro a disposizione e un mese per farne richiesta. Peccato che le risorse siano state esaurite in appena venti minuti. Succede alla Camera di Commercio di Bari, che con il “Bando Voucher Digitali 4.0” ha messo a disposizione per l’anno 2021 la somma di 330mila per promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese.

Il progetto Punto Impresa Digitale – spiega la Camera di Commercio barese – ha come obiettivo “l’innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici e il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione in ottica Impresa 4.0”.

Le istanze di ammissione al contributo andavano inoltrate utilizzando esclusivamente la modulistica pubblicata sul sito della Camera dalle 9 del 15 ottobre alle 12 del 15 novembre 2021. Un mese di tempo, dunque, per fare richiesta di un importo massimo di 7mila euro ad azienda, necessari a finanziare interventi di robotica, cyber security e business continuity, big data e analytics, intelligenza artificiale, solo per citare alcune delle novità ammesse a finanziamento.

Già nel 2020 nelle prime 24 ore arrivarono 300 domande, con 60 imprese ammesse a finanziamento. Record di richieste anche stavolta, con lo sportello per la ricezione aperto e chiuso in meno di mezz’ora. “Si comunica che alle ore 09:25 del giorno 15.10.2021 sono stati chiusi i termini di presentazione delle domande a seguito di esaurimento delle risorse”, comunica infatti sul suo sito la Camera di Commercio.

Un avviso che lascia perplesse molte piccole imprese, che avrebbero voluto presentare comunque domanda di finanziamento, e poi vedere valutate le singole richieste. Il bando era a sportello e l’ente camerale aveva già dichiarato di riservarsi la possibilità di chiudere in anticipo la raccolta delle domande. “Ma venti minuti sono davvero un tempo risibile – lamentano in molti – e poi nulla vieta che chi ha presentato la domanda, non abbia tutti i requisiti in regola. Perché non accogliere altre richieste e stilare un elenco di idonei non vincitori?”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

error: Contenuti protetti