8.4 C
Comune di Bari
sabato 4 Dicembre 2021
Home Attualità DigithOn, partita la sesta edizione. Boccia: “Ambiente e Green economy al centro”...

DigithOn, partita la sesta edizione. Boccia: “Ambiente e Green economy al centro” – IL PROGRAMMA

Notizie da leggere

È partita questa mattina la sesta edizione della maratona DigithOn. Sono 100 le startup selezionate tra le oltre 400 candidature arrivate a Bisceglie da tutta Italia. I vincitori, decretati dal comitato scientifico insieme alle votazioni on-line, saranno annunciati domenica 24 ottobre e premiati dal presidente di Confindustria Bari-Bat, Sergio Fontana.

Ad aprire le danze è stato l’ideatore e fondatore di DigithOn, Francesco Boccia. Questa edizione sarà caratterizzata da “una sensibilità particolare su ambiente e Green economy – ha spiegato -, sono arrivati molto contributi e progetti. A questo proposito, penso che l’appello del presidente della Consob, Paolo Savona, sulla necessità di regolamentare le criptovalute vada accolto. Mi auguro che il parlamento trovi lo spazio per un confronto, mi auguro che le autorità monetarie, non solo italiane, si diano una mossa. Le istituzioni più tradizionali è come se segnassero un po’ il passo rispetto alla trasformazione digitale in alcuni comparti”.

Importante il passaggio sulla sicurezza, in relazione al mondo web. “È di qualche giorno fa la notizia di un attacco hacker a Siae, che è abbastanza simile a quello ricevuto da Regione Lazio – ha ricordato Boccia -. Un attacco che dimostra come le recinzioni pubbliche siano inadeguate. Mi auguro che il governo prenda atto che i dati dei cantanti, i dati sensibili, potrebbero essere già in circolazione, già in vendita nel dark web. Non è accettabile. La difesa tocca allo Stato, tocca allo Stato mettere le recinzioni, regole ferree contro chi delinque. E io percepisco un ritardo. Lo dico da cittadino e da legislatore”.

“Se solo penso alle critiche ricevute per la web tax qualche anno fa – ha aggiunto Boccia – sembrava un’offesa. Questo è un passaggio importante, sull’inadeguatezza delle recinzioni pubbliche dentro la Rete bisogna dare una risposta. Perché ci sarà un prossimo bersaglio e potrà essere qualsiasi comparto sensibile”.

“Non ci sono le piazze in questi giorni di DigithOn, però ci sono i bootcamp – ha concluso l’ex ministro -. Ringrazio AuLab, che ha vinto la prima edizione di DigithON. Grazie ad AuLab stiamo organizzando un bootcamp e io vorrei che questo diventasse un modello per la scuola italiana. Noi in un contesto come questo, comunque di persone assolutamente competenti, abbiamo deciso di fare dei momenti di formazione, perché le competenze digitali sono fondamentali. Mi piacerebbe che da qui partisse un segnale serio e mi appello al governo: un bootcamp per fornire competenze digitali nelle scuole”.

“Se lo garantissimo una volta a settimana in qualsiasi ordine e grado – ha concluso Boccia – noi cambieremmo nel giro dei prossimi anni il profilo della percezione e della sostanza digitale nelle nostre scuole. Decine di migliaia sono le persone che possono aiutare tutti gli altri. Allo Stato il compito di raccordare tutti e tenere tutti per mano”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

error: Contenuti protetti