11.8 C
Comune di Bari
mercoledì 26 Gennaio 2022
HomeAttualitàBari, case popolari del Comune: 40 occupazioni abusive solo nel 2021. Quasi...

Bari, case popolari del Comune: 40 occupazioni abusive solo nel 2021. Quasi tutte a San Pio

Notizie da leggere

Nella sola giornata di ieri, sull’albo pretorio, la pubblicazione di ben 12 determine per il rilascio di altrettante case popolari di proprietà del Comune occupate abusivamente. Nel consueto report annuale stilato da Palazzo di Città, però, la lista degli alloggi occupati in maniera illegittima è molto più lunga: circa 40 nel solo 2021, al netto di situazioni ormai incancrenite risalenti anche a sette o otto anni fa. A confermare i numeri è Vito Lacoppola, assessore al Patrimonio del Comune di Bari.

“Si tratta di un’attività reportistica di routine che svolgiamo ogni fine anno sulla base delle segnalazioni che ci arrivano dalla Polizia Locale sugli immobili ERP di proprietà comunale – spiega -. La determina dirigenziale è il presupposto per portare poi tutte le occupazioni abusive dell’anno al tavolo del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si terrà a gennaio in Prefettura e poter programmare l’esecuzione degli sgomberi con l’ausilio delle forze dell’ordine”.

Ogni atto di determina dispone, per l’abusivo, il rilascio dell’alloggio entro il termine di giorni 30 dalla notifica dell’atto stesso, ma i tempi, in realtà, sono decisamente più lunghi. “L’iter è quello che spiegavo prima – ribadisce Lacoppola -. La Prefettura quasi sicuramente disporrà ulteriori verifiche, con i servizi sociali, per indagare su eventuali condizioni di fragilità degli occupanti: dalla presenza di minori a quella di persone diversamente abili. Una volta che i servizi sociali hanno relazionato, si verifica quali sono i casi in cui si può sgomberare e si va lì con la forza pubblica”.

Una circostanza che si verifica raramente, in realtà. Per buona pace dei legittimi assegnatari degli alloggi. “In graduatoria abbiamo circa 1.500 famiglie, ne abbiamo assegnati 350 e dunque ci sono oltre mille persone che aspettano – sottolinea l’assessore -. Le occupazioni di quest’anno riguardano quasi tutte la zona di Enziteto-San Pio, dove evidentemente il fenomeno è più diffuso rispetto ad altre zone della città. Prevenire? Nel momento in cui ci viene consegnata una chiave cerchiamo di assegnarla immediatamente al legittimo assegnatario della graduatoria, ma spesso anche uno o due giorni, in determinate zone, è un tempo troppo lungo. Gli abusivi, purtroppo, riescono a infilarsi negli appartamenti in meno di 24 ore”.

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!