3.9 C
Comune di Bari
venerdì 28 Gennaio 2022
HomeAttualitàCriminologi e pedagogisti, mediatori culturali e interpreti: opportunità di lavoro in Puglia...

Criminologi e pedagogisti, mediatori culturali e interpreti: opportunità di lavoro in Puglia e Basilicata

Notizie da leggere

Porta Futuro, il job center del Comune di Bari, segnala che il Ministero della Giustizia ha pubblicato l’avviso di selezione per il conferimento di incarichi a esperti criminologi, pedagogisti, mediatori culturali ed interpreti per le Corti d’Appello di Basilicata e Puglia. Saranno stilati quattro elenchi, uno per ciascuna professionalità, ai quali attingere per assegnare incarichi di collaborazione libero professionale. Incarichi che dovranno essere svolti, in particolare, presso gli Uffici di Esecuzione Penale Esterna e gli Uffici della Giustizia Minorile presenti nei distretti delle Corti d’Appello di Potenza, Bari e Lecce.

I requisiti generali, validi per tutte le figure professionali, sono: età superiore a 25 anni, partita IVA o dichiarazione di apertura della stessa nel caso di conferimento dell’incarico, assenza di precedenti penali iscrivibili nel casellario giudiziale e assenza di carichi pendenti (nonché procedimenti per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione), non avere rapporto di lavoro dipendente con il Ministero della Giustizia, assenza di motivi di inconferibilità di incarichi con le pubbliche amministrazioni. A questi si aggiungono requisiti specifici per:

CRIMINOLOGI

– laurea magistrale o vecchio ordinamento in scienze criminologiche;

– altra laurea magistrale o vecchio ordinamento e diploma di specializzazione in criminologia o scienze psichiatriche forensi, conseguiti presso le Scuole di specializzazione individuate con DPCM, di concerto con il MIUR, o master di II livello in criminologia, conseguito presso Università.

PEDAGOGISTI

– laurea magistrale o vecchio ordinamento (o equipollenti) in scienze pedagogiche o scienze della formazione o scienze dell’educazione;

– laurea triennale in scienze dell’educazione o della formazione (o equipollenti).

INTERPRETI

– laurea triennale / laurea magistrale / specialistica o diploma di laurea (vecchio ordinamento) in mediazione linguistica e culturale, o lingue e letteratura straniera o equipollenti.

MEDIATORI CULTURALI

– laurea triennale / laurea magistrale in mediazione linguistica e culturale;

– laurea triennale / laurea magistrale e uno o più dei seguenti titoli attinenti alla qualifica di mediatore culturale, nel caso di laurea diversa da quella prevista al punto precedente, conseguiti entro i 10 anni precedenti la data di pubblicazione del bando presso Università, Scuole od Enti riconosciuti dal MIUR:

  1. a) master di I livello;
  2. b) master di II livello;
  3. c) dottorato di ricerca.

Le domande per partecipare alla selezione per il conferimento degli incarichi dovranno essere redatte tramite apposito documento e l’invio dello stesso tramite PEC all’indirizzo: prot.uepe.bari@giustiziacert.it, entro e non oltre martedì 11 gennaio. La domanda dovrà essere corredata da copia del documento di identità e curriculum vitae.

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!