26 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

martedì 24 Maggio 2022
HomeAttualitàUn mercato ‘a chilometro zero’ in via Amendola e incentivi ai negozi:...

Un mercato ‘a chilometro zero’ in via Amendola e incentivi ai negozi: Bari punta sul commercio

Notizie da leggere

Il Comune di Bari stanzia 6 milioni di euro per il commercio di prossimità con D_Bari 2022/24, il programma di misure a sostegno delle attività commerciali. Il progetto si articola in quattro obiettivi strategici. In primis, favorire la nascita e lo sviluppo di una nuova scena commerciale della città capace di coniugare gli obiettivi economici dell’impresa con finalità di carattere sociale e culturale. Sostenere gli investimenti degli imprenditori di vicinato di affinché promuovano l’innovazione, la sostenibilità ambientale, l’accessibilità, la sicurezza e la qualità urbana. Ancora promuovere il protagonismo dei commercianti, la collaborazione tra loro e stimolare la loro funzione nella scena sociale e culturale cittadina come leva per la rivitalizzazione del tessuto urbano. E infine facilitare un’economia dei luoghi per contrastare il fenomeno della desertificazione commerciale che coinvolge le aree della città più distanti dal centro per rafforzare l’economia urbana.

La programmazione delle misure si sviluppa nell’arco del triennio 2022-2024 attraverso 13 azioni d’intervento. Nel corso del 2022 partiranno 4 azioni di sostegno, per un investimento complessivo pari a 6 milioni di euro, a cui si aggiungerà un momento di condivisione con tutti gli operatori commerciali e gli stakeholder cittadini in programma l’ultima settimana di maggio, con l’obiettivo di avviare una discussione collettiva e partecipata sulle reali possibilità per l’economia urbana futura della città di Bari. Nello specifico, gli interventi presentati nelle scorse ore a Palazzo di Città, che saranno attivati nei prossimi mesi, sono:

– Mercato futuro: si tratta del progetto di rifunzionalizzazione e gestione del mercato comunale coperto di via Amendola come “mercato contadino” in applicazione del D.M. 20/11/2007 “Attuazione dell’art. 1, comma 1065, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 sui mercati riservati all’esercizio della vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli”. Con Mercato futuro il Comune di Bari intende sperimentare la realizzazione in città di un mercato a km 0 che coniughi finalità ecologiche, educative e sociali con obiettivi di sostenibilità economica. Timing: bando per l’affidamento in concessione a giugno 2022.

– Un negozio non è solo un negozio: l’iniziativa sostiene gli esercizi di vicinato esistenti con contributi a fondo perduto finalizzati ad effettuare investimenti e ottimizzare la gestione stessa dell’attività. In cambio, gli esercizi di vicinato beneficiari si impegnano a promuovere attività e servizi per migliorare il quartiere in cui sono insediati. Con questa misura il Comune di Bari intende sostenere investimenti da parte degli esercizi di vicinato esistenti per promuovere azioni sostenibili attraverso l’acquisto e la posa in opera di sistemi per la riduzione dell’impatto ambientale (come ad esempio interventi per il risparmio energetico, per il risparmio e il riutilizzo delle acque, allestimenti green, mezzi di mobilità a basso consumo, ecc). Per aumentare la sicurezza attraverso l’acquisto e la posa in opera di sistemi adeguati (come ad esempio, allarmi anti-intrusione, impianti di videosorveglianza, nebbiogeno, ecc). Per garantire l’accessibilità degli ambienti attraverso interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Per favorire la digitalizzazione attraverso l’acquisto di tecnologie e servizi informatici e di comunicazione (come ad esempio sistemi per il commercio elettronico, sistemi di prenotazione, metodi di pagamento digitali, ecc). Per promuovere la cura e la valorizzazione dello spazio pubblico (come ad esempio, acquisto e posa in opera di elementi di arredo mobili, cura del verde di pertinenza, ecc). Il budget è di 3 milioni di euro ed i destinatari sono gli esercizi di vicinato ed i pubblici esercizi esistenti. Il contributo per ogni progetto è di 50mila euro. Timing: bando a sportello maggio 2022.

– Mercato vivo: la misura nasce per sostenere progetti di animazione commerciale, culturale e sociale da realizzare nei mercati su strada e nei mercati coperti cittadini al fine di migliorare le attività di vendita e i servizi, sperimentare nuove funzioni e utilizzi, coinvolgere nuovi pubblici o prolungare gli orari di apertura. Il budget e di un milione di euro di contributi economici a fondo perduto per le spese di investimento e quelle di gestione, per servizi di formazione e accompagnamento in favore di soggetti proponenti e dei beneficiari per l’intero ciclo del progetto. Timing: bando a sportello luglio 2022.

– Strade vive: la proposta intende sostenere le associazioni di strada e l’animazione delle strade commerciali della città. L’obiettivo è quello di promuovere il protagonismo dei commercianti e favorire collaborazioni e alleanze tra loro. Strade vive finanzia programmi di animazione sociale e culturale a fini commerciali, anche attraverso l’acquisizione di servizi e forniture, promosse da sodalizi di commercianti, costituiti e costituendi, in collaborazione con associazioni e comitati locali. Il budget è di 2 milioni di euro ed i destinatari sono le associazioni di scopo tra esercizi di vicinato e pubblici esercizi. Il contributo è di 150mila euro massimo a progetto. Timing: bando a sportello a giugno 2022.

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!