Home Cronaca Bari, blitz della Guardia Costiera: oltre un quintale di pesce sequestrato in...

Bari, blitz della Guardia Costiera: oltre un quintale di pesce sequestrato in deposito abusivo. Maxi multa al titolare

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Un deposito di circa 200 metri quadri, all’interno del quale veniva lavorato del pesce senza alcun tipo di autorizzazione per farlo, è stato chiuso al termine di un blitz effettuato dalla Guardia Costiera a Bari. Durante l’operazione, portata a termine insieme a veterinari e tecnici della ASL, gli ispettori hanno anche sequestrato circa un quintale e mezzo di prodotto ittico: orate, spigole, alici, naselli, triglie, seppie, polpi e salmone. Pesce che, giudicato idoneo al consumo umano dai veterinari, è stato donato a un ente caritatevole del territorio.

All’arrivo dei militari e del personale sanitario, nel deposito, era in corso una vera e propria attività di lavorazione e manipolazione di seppie e polpi in assenza del riconoscimento igienico sanitario previsto dai regolamenti comunitari del cosiddetto ‘pacchetto igiene’. In più, sempre nel magazzino, un ingente quantitativo di prodotto ittico sprovvisto dei necessari requisiti di tracciabilità. Al titolare sono state contestate sanzioni pari per un totale di 11.500 euro.

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui