12.6 C
Comune di Bari
lunedì 19 Aprile 2021
Home Cronaca Ecomafie, un illecito su 10 è in Puglia: la regione è seconda...

Ecomafie, un illecito su 10 è in Puglia: la regione è seconda a livello nazionale

Da leggere

Con 3.598 infrazioni la Puglia sale dal terzo al secondo posto nella classifica generale dell’illegalità ambientale, con Bari e Lecce fra le prime 10 province d’Italia. E’ quanto emerge dal Rapporto Ecomafia 2020 di Legambiente.

Nel dettaglio gli illeciti ambientali accertati in Puglia rappresentano il 10,4% del totale nazionale e hanno portato a 1.020 sequestri, 3.200 persone denunciate e 7 arrestate. Nel ciclo illegale dei rifiuti, dal 1 gennaio 2019 al 17 ottobre 2020, inoltre, ci sono state 13 inchieste sulla corruzione in materia ambientale, con 30 persone arrestate, 110 denunciate e 13 sequestri effettuati. Con riferimento al ciclo del cemento, la Puglia sale al secondo posto con 1.350 infrazioni accertate (l’11,8% sul totale nazionale), 1.365 persone denunciate e 335 sequestri effettuati.

Per quanto riguarda il racket degli animali (corse clandestine di cavalli, combattimenti clandestini, traffico di animali da compagnia, commercio illegale di specie protette, macellazione clandestina, abigeato, bracconaggio e pesca di frodo), scende al terzo posto con 801 infrazioni accertate (il 9,9% sul totale nazionale), 716 persone denunciate, un arresto e 320 sequestri. Sul fronte dell’archeomafia, la regione sale al quinto posto con 47 furti di opere d’arte.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Buon 48esimo Telebari!