9.6 C
Comune di Bari
domenica 11 Aprile 2021
Home Cronaca Bari, morti per legionella al Policlinico: annullate le interdizioni per i dirigenti

Bari, morti per legionella al Policlinico: annullate le interdizioni per i dirigenti

Da leggere

Il Tribunale del Riesame di Bari ha annullato le misure interdittive disposte nel dicembre scorso per l’ex direttore generale del Policlinico di Bari Giovanni Migliore, per il direttore sanitario Matilde Carlucci e per il direttore Area tecnica Claudio Forte, nell’ambito dell’inchiesta su quattro decessi per legionella avvenuti dal 2018 al 2020.

I giudici hanno accolto gli appelli dei difensori degli indagati e rigettato quello della Procura che chiedeva di prolungare le misure interdittive fino ad un anno o almeno 6 mesi rispetto ai 3 mesi stabiliti dal gip, in scadenza il 9 marzo.

Gli indagati rispondono di omissione di atti d’ufficio e morte come conseguenza di altro delitto. Stando alle indagini dei carabinieri del Nas, coordinate dal procuratore aggiunto Alessio Coccioli e dalla sostituta Grazia Errede, i dirigenti indagati, nonostante i decessi per legionella, non avrebbero fatto la necessaria bonifica negli impianti idrici dei reparti dove era stata accertata la presenta del batterio.

Nell’ambito di questa inchiesta a novembre 2020 è stato anche disposto il sequestro preventivo con facoltà d’uso dei due padiglioni del Policlinico, Chini e Asclepios, risultati infetti da legionella.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche