12.2 C
Comune di Bari
venerdì 26 Novembre 2021
Home Cronaca Droga ed estorsioni, armi e tentato omicidio: in carcere 26 affiliati al...

Droga ed estorsioni, armi e tentato omicidio: in carcere 26 affiliati al clan Strisciuglio di Bari – I NOMI

Notizie da leggere

I carabinieri di Bari hanno eseguito 26 ordini di carcerazione nei confronti di altrettanti affiliati al clan Strisciuglio dopo la sentenza di condanna definitiva, nell’ambito del procedimento ‘Agorà’, per i reati di associazione mafiosa, estorsione, armi, traffico di droga e tentato omicidio. Per 15 imputati, due agli arresti domiciliari, sono scattate all’alba di oggi le manette, mentre agli altri undici i provvedimenti sono stati notificati in carcere.

La vicenda riguarda fatti risalenti agli anni 2013-2015. Le indagini dei carabinieri, coordinate dalla DDA di Bari, hanno accertato che il clan, capeggiato da Sigismondo Strisciuglio, fratello del boss ‘Mimmo la luna’ e condannato a 14 anni di reclusione, gestiva traffici illeciti, soprattutto spaccio di droga, nei quartieri baresi del Libertà, Barivecchia, San Girolamo, Carbonara, Santo Spirito e San Pio e nei paesi limitrofi di Adelfia e Bitonto, ingaggiando in alcuni casi anche minorenni.

La condanna più alta, a 20 anni di reclusione, è stata inflitta nei confronti del boss Leonardo Campanale. Tra gli imputati destinatari del provvedimento ci sono anche Luigi Milloni, condannato a 16 anni, ed Eugenia Prudente, moglie di Sigismondo Strisciuglio, unica donna imputata, condannata a 5 anni di reclusione per aver portato droga al marito in cella.

L’inchiesta ha ricostruito i metodi e i sistemi adottati dal clan per l’approvvigionamento dello stupefacente, di armi ed esplosivi, in alcune occasioni utilizzati per azioni intimidatorie sul territorio finalizzate alla riscossione del ‘pizzo’ ai cantieri edili.

TUTTI I NOMI

AMORE Arturo, anni 2 e mesi 8 di reclusione;

CAMPANALE Leonardo, anni 20 di reclusione, già detenuto;

CARONE Nunzio, anni 8 di reclusione, già detenuto;

D’ALTERIO Salvatore, anni 4 e mesi 8 di reclusione, già detenuto;

DAMMICCO Francesco, anni 6 e mesi 8 di reclusione;

DE FEO Nicola, anni 5 di reclusione;

DE FELICE Vito, anni 5 di reclusione;

DI COSIMO Giovanni, anni 8 di reclusione, già detenuto;

GROSSO Vincenzo, anni 8 di reclusione;

LAMBIASE Francesco, anni 6 e mesi 8 di reclusione;

LORUSSO Leonardo, anni 6 e mesi 8 di reclusione;

MARTINELLI Vincenzo, anni 2 e mesi 8 di reclusione;

MELCHIORRE Lorenzo, anni 8 di reclusione, già detenuto;

MILLONI Luigi, anni 16 di reclusione , già detenuto;

MILLONI Sabino, anni 6 e mesi 8 di reclusione;

MINECCIA Alessio, anni 7 e mesi 4 di reclusione;

NAVARRA Domenico, anni 6 e mesi 8 di reclusione;

PADOLECCHIA Giuseppe Davide, anni 6 e mesi 8 di reclusione, già detenuto;

PRUDENTE Eugenia, anni 5 di reclusione;

SCAVO Filippo, anni 7 e mesi 4 di reclusione, già detenuto;

STRAMBELLI Giovanni Dario, anni 6 e mesi 8 di reclusione;

STRISCIUGLIO Sigismondo, anni 14 di reclusione, già detenuto;

STRISCIUGLIO Vincenzo, anni 7 e mesi 4 di reclusione;

TESEO Giovanni, anni 6 e mesi 8 di reclusione, già detenuto;

VOLPE Diego, anni 7 e mesi 4 di reclusione, già detenuto;

VOLPE Nicola, anni 7 e mesi 4 di reclusione.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

error: Contenuti protetti