23.4 C
Comune di Bari
domenica 26 Settembre 2021
Home Cronaca Puglia, oltre 7mila incidenti stradali nel 2020 nonostante lockdown: 160 le vittime...

Puglia, oltre 7mila incidenti stradali nel 2020 nonostante lockdown: 160 le vittime della strada

Notizie da leggere

Una media di 605 incidenti stradali con lesioni al mese, 7.265 in un anno e 160 vittime. Nonostante il Covid e le restrizioni, anche il 2020 ha fatto registrare un numero di sinistri importante: la contrazione di incidenti rispetto al 2019 è stata del 24,9%, ma nei mesi in cui non c’è stato il lockdown a ridurre la circolazione, cioè a gennaio, febbraio, luglio, agosto e settembre, i sinistri sono tornati ad aumentare anche rispetto all’anno precedente, con un +1,3%. Sono i dati diffusi da Asset, l’Agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio.

“Ridurre il numero delle vittime e mettere in sicurezza le strade pugliesi – dichiara l’assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Anita Maurodinoia – rientrano tra le priorità che la Giunta si è prefissata dotandosi di un Centro regionale di monitoraggio per la sicurezza stradale che si prefigge di raccogliere, catalogare e analizzare tutte le informazioni sull’incidentalità delle nostre strade. Dall’attuale rapporto che anche quest’anno l’Asset ha elaborato con competenza e precisione, si evidenzia purtroppo, che il calo della mortalità nel 2020, è stato determinato più dal lockdown che a comportamenti virtuosi”.

La maggior parte dei sinistri è stata registrata all’interno dei centri abitati (69,7%), il 29,6% fuori dall’abitato e solo lo 0,7% in autostrada. Tuttavia il più alto numero di vittime si è concentrato fuori dall’abitato (71,2%), seguono i centri urbani (26,3%) e le autostrade (2,5%). Per il 2020 la maglia nera della mortalità spetta all’area metropolitana di Bari con 46 decessi, seguita dalla provincia di Foggia con 37 morti.

“Le direttive del Governo e della Regione Puglia prevedono di ridurre del 50% il numero di incidenti e delle vittime della strada entro il 2030 – dichiara Elio Sannicandro, direttore di Asset – mentre entro il 2050, secondo le direttive europee, l’obiettivo prevede di impedire del tutto la mortalità”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche