21.4 C
Comune di Bari
venerdì 24 Settembre 2021
Home Cronaca Modugno, usavano carrozzeria per riciclare e 'ripulire' veicoli rubati: carabinieri sequestrano attività...

Modugno, usavano carrozzeria per riciclare e ‘ripulire’ veicoli rubati: carabinieri sequestrano attività e denunciano i titolari

Notizie da leggere

Nascondeva al suo interno diversi mezzi pesanti oggetto di furto o di rapina la carrozzeria scoperta dai carabinieri della compagnia di Modugno. All’individuazione del luogo i militari sono giunti a seguito di una segnalazione su un camion con rimorchio oggetto di rapina nel territorio di Spinazzola nei giorni precedenti. Giunti sul luogo indicato, i militari notavano che nell’area vi era una carrozzeria con dei grandi capannoni. Insospettiti dalla coincidenza, decidevano di effettuare un controllo e una volta entrati, trovavano all’interno proprio il camion rapinato qualche giorno fa. Sul suo rimorchio un escavatore, anch’esso provento di un furto consumato a Molfetta poche sera fa. A quel punto il controllo veniva esteso a tutti i mezzi presenti all’interno della carrozzeria, rinvenendo così ulteriori due veicoli provento di rapina con relativo sequestro di persona, avvenuta a Palo del Colle il giorno prima, e un altro camion con relativo rimorchio con a bordo un’altra escavatrice. I militari appuravano inoltre che sui mezzi in questione erano già state apposte ‘targhe pulite’.

I mezzi rinvenuti sono stati restituiti ai legittimi proprietari mentre l’intera l’area sottoposta a sequestro. Il 46enne proprietario della carrozzeria e suo cognato, di 59 anni, dovranno rispondere dei reati di ricettazione e riciclaggio in concorso. Durante le operazioni di perquisizione, in uno dei locali veniva anche rinvenuto un pappagallo, appartenente alla specie ‘Myiopsitta monachus’ (parrocchetto monaco), risultato essere specie protetta, e del quale non vi era alcuna documentazione che ne attestasse la lecita provenienza. Venivano pertanto chiamati per gli accertamenti di competenza anche i carabinieri forestali del Nucleo Cites (Convention on International Trade in Endangered Species of wild fauna and flora – Convenzione sul commercio di specie della fauna e della flora in via d’estinzione) di Bari che accertavano l’irregolarità del possesso del volatile e procedevano alla denuncia per commercio internazionale di specie animali e vegetali in via di estinzione il proprietario dell’officina.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche