17.4 C
Comune di Bari
giovedì 28 Ottobre 2021
Home Dal mondo Il lockdown non ferma gli incontri online

Il lockdown non ferma gli incontri online

Notizie da leggere

Per quanto possa sembrare un paradosso, nonostante la paura del contagio da CoVid-19, i vari lockdown e i DPCM restrittivi, nel corso del 2020 è cresciuto il numero degli utenti di app di incontri online.

Scopriamo insieme quanti italiani hanno utilizzato le app di dating durante la pandemia, ma soprattutto come sono cambiate le abitudini nell’uso di queste app di incontri, analizzando il comportamento degli utenti e le recensioni di siti di incontri.

Un po’ di numeri…

A cavallo tra febbraio e marzo 2020 il Coronavirus arriva in Italia dalla Cina e si diffonde velocemente in tutta Europa e nel resto del pianeta, costringendo i governi di tutto il mondo a prendere delle misure restrittive, che vanno dal lockdown totale (come in Italia) a misure di contenimento più leggere (vedi USA e Gran Bretagna).

Il 29 marzo 2020, mentre gran parte del mondo è già in lockdown, la famosa app di dating online Tinder ha fatto registrare il record di swipe (scorrimenti in cerca dei partner potenziali) in un singolo giorno, raggiungendo l’incredibile quota di 3 miliardi!

Gleeden, la prima app per chi cerca ufficialmente incontri extraconiugali, durante il periodo pandemico ha triplicato il numero di iscritti. A livello globale, gli utenti di app di dating sono cresciuti di svariati milioni, passando dai 235 milioni di iscritti nel 2018 ai 270 milioni nel 2020. Negli ultimi mesi del 2020, invece, Match Group (società proprietaria di importanti app di incontri come Tinder e Meetic) ha registrato una crescita del 12% nel numero di utenti iscritti alle proprie piattaforme.

Davanti a questi numeri non si può fare altro che restare sorpresi: come è possibile che gli iscritti e le interazioni delle app di incontri siano cresciuti così tanto, se non esiste nemmeno la possibilità di fissare un appuntamento reale?

L’appuntamento online viene riscritto dalla videochat

Durante quest’ultimo folle anno, l’uso delle app di incontri si è notevolmente trasformato. In periodi normali, infatti, il contatto online era soltanto il mezzo per individuare persone interessanti, da contattare nel mondo digitale e conoscere in quello fisico.

Oggi, a causa dei ristoranti chiusi e della paura del contagio, il contesto digitale diventa l’unico mondo per flirtare, conoscersi e passare qualche ora di romanticismo.

Non è un caso, infatti, che il tempo trascorso sulle varie applicazioni sia cresciuto di oltre il 13% nell’ultima parte del 2020. Una fetta importante di questo tempo è stato speso in videochat: è la novità di tutte le app del gruppo Match Group, che ha riscritto il modo di vivere l’appuntamento online e si è rivelata essere l’asso nella manica del colosso degli incontri online.

Cosa fanno gli italiani in videochat

Parlano e si conoscono prima di tutto. Può sembrare banale, ma ricordiamo che prima della pandemia le app di incontri erano solo il ponte tra il mondo digitale e il mondo reale, mentre oggi rappresentano l’unico mezzo per incontrare, conoscere e parlare con nuove persone.

Alcuni cercano, ad esempio, di ricreare l’atmosfera rilassata di un vero appuntamento romantico, organizzando un aperitivo virtuale con spritz e stuzzichini.

Tra i più giovani si cerca di far scoccare la scintilla partecipando insieme ad una sessione di gioco online. Altri scelgono di darsi appuntamento per guardare una serie TV o un film, pur trovandosi in due luoghi diversi.

Bisogna aggiungere, inoltre, che data l’impossibilità di incontrarsi davvero, molti utenti sono più propensi ad accettare messaggi e videochiamate di utenti da tutto il mondo, perché in fondo che importanza ha che la persona appena conosciuta si trovi a pochi isolati o a migliaia di km da noi?

Per adesso, non possiamo fare altro che continuare a goderci un bel brindisi virtuale in compagnia della nostra futura anima gemella, con la speranza che i vaccini anti-CoVid si diffondano velocemente, permettendoci di tornare alla normalità il prima possibile.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche