Home Economia Cessione del quinto, tutto ciò che serve sapere per orientarsi nella scelta

Cessione del quinto, tutto ciò che serve sapere per orientarsi nella scelta

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Non è sempre facile capire quando una soluzione possa fare al caso nostro, specialmente quando si parla della necessità di fare un investimento oppure di movimentare per un determinato progetto le nostre sostanze. Sono decisioni importanti, in grado di creare alte aspettative come pure un generale stato di apprensione per la buona riuscita del progetto. Tra le forme di prestito alle quali si fa in generale più ricorso senza dubbio c’è quella della cessione del quinto dello stipendio, un’opportunità piuttosto semplice per avere accesso a una certa somma di denaro in tempi ristretti. In questa particolare tipologia di prestito avviene che il debito che si va a contrarre verrà poi rimborsato con una trattenuta sulla busta paga oppure sulla pensione. E l’importo? Non potrà comunque essere superiore a un quinto dello stipendio mensile al netto. Per capire se questa soluzione può essere l’ideale e a chi può interessare è bene consultare questa sezione del sito Cessionedelquintofacile che si occupa di analizzare vantaggi e formule per richiedere il prestito.

 

La durata massima è di dieci anni

Esistono molte categorie di soggetti che possono fare ricorso a questa tipologia particolare di prestito personale a tasso fisso. Con alcuni punti fermi: la durata della cessione del quinto non potrà superare i dieci anni, inoltre non essendo un finanziamento finalizzato non sarà necessario esplicitare quale sia il motivo che ha portato a richiedere il prestito. Potranno avvicinarsi a questa formula di prestito senza dubbio persone come insegnanti, che magari vogliano ristrutturare un immobile o comprare un’automobile nuova, ma anche appartenenti alle forze dell’ordine e forze armate che da un lato sono considerate dagli enti bancari e finanziari come categorie di prestigio e appetibili, mentre dall’altro possono dare come garanzia un ineccepibile datore di lavoro. Dipendenti pubblici, statali e di cooperative potranno trovare convenienza nel ricorrere alla cessione del quinto. Tenendo comunque presente il fatto che per i dipendenti di cooperative sarà difficile ottenere quel tipo di prestito, in quanto spesso per gli istituti finanziari è più complicato trovare valide garanzie. E ci sono poi i dipendenti di Poste Italiane, gli agenti di commercio e i dipendenti di piccole aziende, passando per i dipendenti privati che intendano sostenere spese personali.

 

Il pianeta delle pensioni, tra vantaggi e requisiti

Potranno inoltre accedere alla formula della cessione del quinto persone che siano titolari di una pensione, distribuite in una griglia di categorie all’interno della quale ci sono i titolari di una pensione di reversibilità ma anche di una pensione sociale e i pensionati invalidi. E poi, proseguendo, pensionati Enpam (Ente nazionale di previdenza e assistenza medici) ed Enasarco (Ente nazionale di assistenza per gli agenti e i rappresentanti di commercio) entrambi focalizzati sulla tutela dei loro iscritti. Così come i pensionati Inps e naturalmente i pensionati Inpdap, ovvero l’Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica che dal 2012 ha smesso di esistere e per il quale adesso l’ente di riferimento è l’Inps. Quest’ultimo, nell’occasione e per far fronte a quanto ereditato dal vecchio ente, ha creato la ‘Gestione pubblici dipendenti’.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui