17 C
Comune di Bari
mercoledì 20 Ottobre 2021
Home Nazionale I problemi DAZN: cosa è successo e come risolvere

I problemi DAZN: cosa è successo e come risolvere

Notizie da leggere

Il calcio è senza alcun dubbio lo sport più seguito in Italia e sono sempre di più gli italiani che si avvicinano allo streaming digitale attraverso piattaforme dedicate come DAZN, famosa ormai per essere una delle migliori in circolazione e che ha concluso un accordo con la Lega calcio per la Serie A.

Continuano però a insorgere vari problemi e i disservizi durante la messa in onda delle partite: alcuni malfunzionamenti sono stati riscontrati anche durante la prima giornata di Serie A con conseguente indignazione da parte degli spettatori e della Lega che ha chiesto in via ufficiale alla piattaforma di garantire un servizio migliore. Vediamo quali sono state le risposte da parte della piattaforma di calcio in diretta streaming più seguita in Italia.

Come migliorare lo streaming delle partite

Buffering ripetuto e caricamento lento possono essere problemi comuni a qualsiasi piattaforma. Purtroppo però, mentre si guarda una partita di calcio, soprattutto le competizioni Serie A, il caricamento lento e i problemi di buffering possono essere molto fastidiosi. Quando questo accade, è possibile migliorare lo streaming ad esempio attraverso alcuni piccoli accorgimenti che è possibile consultare direttamente nella pagina delle FAQ di DAZN.

Per esempio, svuotare la cache ed eliminare i cookie potrebbe essere una soluzione, mentre è possibile trovare diverse tecniche di ripristino dello streaming per ogni tipo di dispositivo utilizzato, dalla Playstation alla xBox.

La risposta di DAZN

A seguito del black out della piattaforma streaming DAZN durante la partita Samp-Napoli e quella Lazio-Torino, la società stessa ha fatto le sue scuse ed ha promesso un indennizzo agli utenti interessati dal malfunzionamento dovuto all’errore 55 007 503. A quanto pare il problema stavolta sembra essere stata l’app e la piattaforma ha dichiarato che tutti gli utenti che non sono riusciti ad accedere all’applicazione durante il disservizio potranno godere di un ulteriore mese gratuito senza alcun costo aggiuntivo.

Il messaggio ufficiale di DAZN è stato molto veloce: in poche parole DAZN, in relazione a quanto accaduto alle partite messe in onda alle 18:30 del 23 settembre, è disposta a fornire un mese aggiuntivo nei confronti di coloro che non hanno potuto usufruire del servizio in maniera ottimale a causa dei problemi in App. Per tutti i dettagli è consigliabile contattare DAZN attraverso uno dei contatti (il servizio di streaming non ha un numero di telefono ma solamente la possibilità di contattare un operatore in chat o via mail).

Come chiedere rimborso a DAZN

Per ottenere il mese gratuito non è necessario fare niente, sarà infatti inviata una comunicazione all’indirizzo email con cui si è registrati con la conferma del diritto a ricevere il mese gratuito. All’interno della mail ci sarà un link cliccabile da seguire per recuperare un mese di streaming gratuito.

Sarà quindi la piattaforma stessa a decidere a chi elargire il mese gratis, ossia bisogna capire con esattezza chi sono coloro che non sono riusciti ad accedere all’app fino al ripristino del servizio e che potranno quindi usufruire del mese aggiuntivo in via gratuita. Sono in molti che invece preferiscono a questo punto chiedere la disdetta e potranno farlo direttamente dalla pagina ufficiale ed effettuando il login con le proprie credenziali, cliccare sulla voce “il mio account” in alto a destra e disdire l’abbonamento.

Le lamentele di Codacons

Il Codacons ha difeso in questo caso i consumatori che si sono trovati a pagare regolarmente un abbonamento senza però ricevere il servizio promesso. Per questo motivo ha effettuato un esposto alla procura per capire se questi disservizi possano avere dei risvolti penali, in quanto, visti i contratti stipulati dalla società di DAZN e la Lega di Serie A, quello di DAZN può essere equiparato a un servizio pubblico.

Di conseguenza, secondo il Codacons i disservizi e i problemi tecnici potrebbero mettere in atto un inadempimento di contratti e pubbliche forniture, come stabilito nell’art. 355 del codice penale. La situazione risulta insostenibile per molti e le problematiche dovranno in qualche modo essere risolte.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche