Home Spettacoli ‘Land Art 50’, alla Casa Rossa di Alberobello il secondo Tavolo Territoriale:...

‘Land Art 50’, alla Casa Rossa di Alberobello il secondo Tavolo Territoriale: ecco il programma

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Il progetto Land Art 50 sarà ospitato il 26 e 27 ottobre nel sito UNESCO di Alberobello, presso Casa Rossa, sede dell’omonima fondazione, per il secondo Tavolo Territoriale.

A cinquanta anni dalla proiezione del film Land Art del regista tedesco Gerry Schum, a cui può ricondursi la nascita della definizione di “Land Art”, l’Associazione UnconventionArt – insieme a Fondazione Dioguardi e Fondazione Casa Rossa – si propone di celebrare l’anniversario attraverso la realizzazione di una serie di iniziative espositive, editoriali e divulgative pensate per ripercorrere la storia del celebre movimento artistico ma anche per attivare riflessioni inedite, aperte al nuovo e indirizzate all’elaborazione di un Documento programmatico per la promozione e valorizzazione delle opere di Land Art e di Arte Pubblica.

Il programma, curato da Fabio De Chirico e Francesco Maggiore, prevede la realizzazione di installazioni artistiche, di eventi collaterali e di tavoli territoriali presso i quattro siti UNESCO dislocati tra Puglia e Basilicata: Alberobello, Castel del Monte, Monte Sant’Angelo e Matera. Questi siti sono stati scelti perché centri di promozione culturale per la realizzazione del progetto Land Art 50.

PROGRAMMA

Sabato 26 ottobre
Ore 15.00/18.30 – tema del secondo incontro sarà “Land Art: arte, architettura e paesaggio” e vedrà la partecipazione di Istituzioni, accademie e scuole, fondazioni, associazioni e tutti gli stakeholder chiamati per apportare un personale contributo, nel corso delle due giornate di condivisione e confronto, discussione e dibattito in modalità di progettazione partecipata. Il tavolo sarà seguito da un talk con Fabio Macaluso, Presidente Fondazione Casa Rossa, Lorenzo Scaraggi, storyteller, e gli architetti Tonio Giordano e Francesco Poli.
In contemporanea, presso la Casa Rossa, sarà possibile visionare alcuni documentari dedicati alla storia e alla memoria del luogo e una video-installazione a cura dell’artista Agnese Purgatorio dal titolo “The route of Evanescence”, 2019.

Domenica 27 ottobre
Ore 8.30 – si terrà una attività collaterale per vivere una esperienza unica nel contesto del luogo della memoria Casa Rossa: una introduzione alla pratica della meditazione sonora a cura dell’artista Nico Lippolis, attraverso il suono di campane tibetane e gong per armonizzare corpo e mente e allineare la respirazione con i canali sottili del corpo. Durante il workshop si apprenderanno i principi fondamentali di questa pratica con particolare attenzione alla respirazione e all’ascolto della vibrazione interiore.

Ore 10.45 – l’artista Raffaele Vitto, che ha ricevuto la menzione speciale per il suo lavoro all’Apulia Land Art Festival 2018 a Casa Rossa, presenterà la sua opera di arte ambientale e pubblica, legata alle dinamiche umane, dal titolo “Human obstacles”, realizzata nell’area esterna alla Casa. La realizzazione dell’opera è stata resa possibile grazie all’aiuto e alla partecipazione di conoscenti e amici dell’artista e degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bari.

Ore 11.00 – a lezione con Agnese Purgatorio, che condividerà progetti e visioni in un incontro a più voci con tutti i partecipanti. L’iniziativa è concepita nell’ottica di avvicinare gli studenti delle scuole superiori ai temi dell’arte contemporanea e del paesaggio.
In parallelo sono previste visite guidate presso l’immobile nel quale saranno allestiti schermi per proiettare video documentari legati alla storia e alla memoria della Casa Rossa nonché i contributi alla definizione del Manifesto Land art 50 raccolti presso Castel del Monte.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui