10.3 C
Comune di Bari
domenica 5 Dicembre 2021
Home Eventi Teatro, a Bari riparte la stagione del Piccinni: tra Ozpetek e Gifuni...

Teatro, a Bari riparte la stagione del Piccinni: tra Ozpetek e Gifuni sono 18 gli spettacoli in calendario

Notizie da leggere

Due spettacoli di danza in anteprima nazionale, la prima assoluta dell’evento di teatro-lettaratura e musica di Nichi Vendola con il musicista elettronico Populous “Quanto resta della notte”, tre esclusive regionali e nomi del calibro di Ferzan Ozpetek, Gianfelice Imparato e Carolina Rosi, Massimiliano Gallo e Stefania Rocca, Sergio Rubini e Fabrizio Gifuni. C’è tutto questo nella stagione teatrale del teatro Piccinni di Bari, la prima dopo l’inaugurazione del dicembre 2019 dopo il restauro, poi chiuso a causa della pandemia.

La stagione a cura del Comune di Bari con il Teatro Pubblico Pugliese, prevede dodici spettacoli di teatro, due di danza e quattro di letteratura e musica nella sezione speciale “teatro dei sogni”. Sarà uno di questi spettacoli, “La mia Puglia, con Gianfranci Dioguardi, Francesco Maggiore, Lorenzo Capellini e Paola Turci ad aprire la stagione il 27 novembre. La prima opera teatrale in scena sarà, il 6 e 7 dicembre, “Ferzaneide. Sono la!”, di e con Ferzan Ozpetek.

A gennaio (dal 6 al 9) Imparato e Rosi porteranno in scena “Ditegli sempre di si” di Edoardo De Filippo, con regia di Roberto Andò. Due appuntamenti saranno dedicati, in date simboliche, a temi della memoria: dal 13 al 16 gennaio, nel mese della Shoah, “Se questo è un uomo” tratto dall’opera di Primo Levi, di e con Valter Malosti; il 21 marzo, nella giornata contro le mafie, Sara Bevilacqua sarà sul palco con “Stoc ddò – Io sto qua”, il racconto in prosa della storia di Lella Fazio, madre di Michele, 16enne barese vittima innocente di mafia. “Il silenzio grande” con Massimiliano Gallo, Stefania Rocca e Antonella Morea e regia di Alessandro Gassmann è in programma dal 17 al 20 febbraio, mentre Sergio Rubini con il suo “Ristrutturazione” è in calendario dal 3 al 6 marzo.

Emilio Solfrizzi porterà in scena dal 10 al 13 marzo “Il malato immaginario” di Molière e Fabrizio Gifuni interpreterà le lettere dalla prigionia e il memoriale di Aldo Moro in “Con il vostro irridente silenzio”. La danza animerà il palco del Piccini il 23 gennaio con “Anastasia e la maledizione dei Romanov” e, il 12 e 13 febbraio, Elisa Barrucchieri danzerà su “I sogni di Leonardo”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

error: Contenuti protetti