6.2 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

domenica 29 Gennaio 2023
HomeSportBari, Valentina Chicco vince il campionato mondiale di 'cerchio aereo' under 30:...

Bari, Valentina Chicco vince il campionato mondiale di ‘cerchio aereo’ under 30: “La mia danza sulla sorellanza”

Notizie da leggere

Nell’accademia “Pole art Academy”, già nota in tutta Italia per le competizioni vinte da Angela Lepore (sua fondatrice) tra cui i campionati italiani del 2017, c’è una novità. L’atleta Valentina Chicco, allenata dalla coach Rossella Scorcia, il 9 dicembre scorso ha vinto il primo posto ai campionati mondiali di cerchio aereo, nella categoria “Rookies” di Arialhoop under 30.

Valentina Chicco, 27 anni, pratica questa disciplina da 3 anni, avendo prima frequentato anche danza acrobatica, purtroppo interrotta prima a causa di un infortunio, poi del Covid.
Dopo due anni di fermo, ha ripreso ad allenarsi e alla proposta della sua coach Rossella di partecipare alle gare regionali di cerchio aereo, ha subito risposto entusiasta. Valentina si è guadagnata il primo posto alla fase regionale, poi coach e atleta sono approdate ai campionati nazionali e successivamente a Cinecittà, nella capitale italiana, dove si sono tenute le competizioni mondiali.

“Quando ho accettato, pensavo davvero solo di voler provare quest’esperienza per divertirmi, non avevo idea di cosa mi aspettasse partecipando a una competizione – ci racconta Valentina – io non ho mai fatto danza, per cui nonostante avessi molti punti forti sulla tecnica, come la velocità, ho dovuto fare un grande lavoro per migliorare le mie linee e il mio lato artistico. Per questo sono passata da allenarmi una volta a settimana, a farlo quasi tutti i giorni”.

“In una gara – ci spiega invece Rossella, allenatrice, con esperienza come giudice di gara in altre competizioni – la giuria è composta da tre giudici tecnici, ma anche da tre giudici artistici, e da un capo giuria. Ci sono tante regole da seguire, ci abbiamo messo tantissimo tempo anche solo per studiare il regolamento”. “Per la gara – continua il racconto di Valentina – abbiamo puntato molto sul tema e sulla scenografia. C’è stato un gran lavoro da fare, il mio costume ad esempio l’ho cucito io”.

Ambientato in epoca punk, il tema scelto per la competizione mondiale era “sisterhood”, ovvero sorellanza. Quello che Valentina con l’aiuto di Rossella ha rappresentato, è la storia di una scienziata che scopre un modo per coltivare delle rose che donano l’immortalità. Successivamente la scienziata sceglie a chi donarle, e Valentina è tra queste. Tuttavia, Valentina si accorgerà presto che sua sorella, la persona a cui tiene di più al mondo, è in fin di vita. Proverà così a convincere la scienziata a donarle un’altra rosa, ma invano. La storia si concluderà con un sacrificio: Valentina donerà la rosa a sua sorella, sacrificandosi per lei ed esalando sulle ultime note della coreografia il suo ultimo respiro.

La storia, l’ambientazione, la pulizia dei movimenti artistici e la tecnica migliorata giorno dopo giorno, hanno permesso a Valentina di aggiudicarsi il primo posto ai campionati mondiali di Areal Hoop. “La preparazione non è stata facile, la coreografia e la musica sono state cambiate tante volte, finivamo per sognarlo anche la notte – confessa Rossella, insegnante di cerchio aereo da 6 anni e ballerina da tutta la vita – ma il risultato è la dimostrazione che non importa da quanti anni tu pratichi questo sport, se lo fai da tutta la vita o se hai cominciato da relativamente da poco tempo. Dedizione, passione e tanta costanza nell’allenamento possono portare a risultati incredibili. Alle prossime gare, parteciperò come come coach di un’atleta di cinquantadue anni”.

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!