26.1 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

giovedì 11 Agosto 2022
HomeSportSSC Bari, Pucino: "Qui per vincere ed entrare nella storia di questo...

SSC Bari, Pucino: “Qui per vincere ed entrare nella storia di questo club”

Notizie da leggere

Queste le parole del terzino biancorosso rilasciate in conferenza stampa:

 

SU RUOLO E CONDIZIONE FISICA: “Abbiamo una squadra in cui non esistono titolari e riserve. Siamo tutti chiamati a dare il 110%. Queste partite da titolare mi sono servite per ritrovare la migliore condizione, era da tanto che non giocavo e poi non ho potuto fare il ritiro estivo. Nel nostro ruolo è importante la condizione fisica”.

 

SUI PRECEDENTI CON IL BARI AL SAN NICOLA: “Ho dei ricordi importanti qui a Bari da avversario. Ho esordito qui in Serie B e purtroppo ho realizzato in questo stadio il gol più bello della mia carriera ai tempi del Varese”.

 

SULL’INIZIO DI CAMPIONATO DEL BARI: “I presupposti per cominciare bene c’erano tutti. Poi per disputare un grande campionato fino alla fine servono tante componenti come il gruppo, l’unione di intenti a livello societario e le qualità tecniche. Qui ci sono queste componenti e si sta creando qualcosa di importante. Il vero valore di questa squadra deve ancora venire fuori e sono sicuro che miglioreremo di giornata in giornata. Una squadra forte si vede nei momenti di difficoltà che purtroppo capitano a tutte le squadre nell’arco di una stagione, ma noi ci faremo trovare pronti”.

 

SUL GRUPPO SQUADRA: “Siamo squadra e credo lo si veda anche dall’esterno. Noi calciatori abbiamo il piacere di stare insieme, questa è una cosa a volte un po’ sottovalutata che invece nel calcio fa la differenza. Terranova? Eravamo compagni a Sassuolo. Lui ebbe una stagione difficile e io gli sono stato molto vicino. Piano piano con le nostre prestazioni stiamo riuscendo a riaccendere l’entusiasmo tra i tifosi. Era ed è anche questo un nostro obiettivo”.

 

L’ARRIVO AL BARI E IL PERCHÉ DI QUESTA SCELTA: “Terminata la stagione con l’Ascoli mi sono ritrovato svincolato. Avevo già ricevuto la chiamata del ds Polito ma purtroppo è passato più tempo del dovuto per la trattativa. L’esperienza mi ha insegnato che a volte è meglio scendere di categoria per sposare progetti importanti come questo. Ho accettato Bari per l’ambizione di questa società e per la chiamata del ds Polito che stimo molto. Sicuramente non per soldi. La scintilla era questa: arrivare a Bari per lottare per qualcosa di importante e rimanere nella storia”.

 

SUL PROSSIMO AVVERSARIO, LA TURRIS: “Ogni partita sarà importante. La Turris è un avversario in salute, batterlo ci permetterebbe di dare un segnale a chi ci insegue. Ci sono persone che fanno giochetti psicologici dicendo chi è favorito e chi no. Noi per questo vogliamo solo vincere per zittire tutti”

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!