10.1 C
Comune di Bari
sabato 29 Gennaio 2022
HomeSportSSC Bari, Mignani: "Vincere col Foggia per mantenere vivo l'entusiasmo. Zeman? Un...

SSC Bari, Mignani: “Vincere col Foggia per mantenere vivo l’entusiasmo. Zeman? Un totem del calcio”

Notizie da leggere

Queste le parole del tecnico biancorosso in conferenza stampa alla vigilia del derby Bari-Foggia.
PARAGONE CON ZEMAN: “Il paragone con lui non regge. Ha sempre dimostrato di fare un calcio bello e offensivo con risultati. Noi invece facciamo un calcio dove si prova a giocare e dove si cerca di far male all’avversario diversamente. Sono due modi differenti di intendere calcio, ma il calcio può essere interpretato in diversamente”.
INSIDIE SFIDA CON IL FOGGIA: “Le inside sono di affrontare una squadra molto propositiva che coinvolge nella manovra tanti calciatori. Bisogna essere bravi a capire la gara. L’entusiasmo è quello giusto. E’ un derby e sappiamo di affrontare squadra molto pericolosa. Non abbiamo avuto molto tempo per prepararla, abbiamo cercato di guardare i punti di forza e non del nostro avversario e faremo scelte proprio per trarre vantaggi da entrambe le cose”.
IL PERCORSO DEL BARI: “I complimenti fanno sempre piacere, siamo partiti facendo buone cose ed è innegabile. Lo dice il percorso che fin qui abbiamo fatto. Ma non basta, domani sarà un’altra partita sentita e non semplice. Dimentichiamo quello che è stato ieri facendo tesoro di quanto buono fatto e consolidando i nostri punti di forza. Ma domani sera si riparte dallo 0-0 e sarà una partita aperta. Noi faremo di tutto per vincere, per noi e per i nostri tifosi. Rispetto il pensiero degli altri, ma preferisco parlare di noi. Ognuno ci vede in un modo diverso, ma non ci penso. Abbiamo una chiara idea di gioco, a volte le cose ci riescono e a volte no. Non puoi sempre dominare. So bene che dopo 9 partite non c’è scritto niente e so che devo lavorare sulla testa e sulle gambe dei calciatori. Se siamo a questo punto il merito va riconosciuto ai ragazzi. L’entusiasmo è importante e va tenuto vivo e acceso. Sono contento che i tifosi apprezzano ciò che stiamo facendo”.
RETROSCENA CON ZEMAN: “L’ho sempre stimato come allenatore. Ho cominciato a giocare quando lui già allenava. Ho anche rischiato di essere un suo calciatore. È un totem del calcio. Anche questo Foggia ha la sua impronta. Poi ovvio che più qualità ha in rosa e più può esprimere il suo pensiero di calcio”.
CHI SCHIERARE IN CAMPO: “Faccio valutazioni in settimana e cerco di schierare chi può essere più adatto. È una gara che dà valore ed entusiasmo ma che vale sempre 3 punti. Era importante recuperare la gente con le prestazioni e l’atteggiamento giusto. Lollo? Avevo bisogno di un centrocampista fresco, lui meritava e non ci ho pensato due volte a metterlo dentro”.

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!