21.1 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

lunedì 26 Settembre 2022
HomeSportSSC Bari, Mignani: "Parma squadra organizzata. L'atteggiamento visto in Coppa è quello...

SSC Bari, Mignani: “Parma squadra organizzata. L’atteggiamento visto in Coppa è quello giusto”

Notizie da leggere

Vigilia di campionato per il Bari. Dopo 4 anni di assenza, domani sera, i biancorossi torneranno a disputare la Serie B e faranno il loro esordio al ‘Tardini’ contro il Parma. Queste le parole del tecnico Michele Mignani rilasciate questa mattina in conferenza stampa.

VERSO PARMA: “Abbiamo disputato due partite e pur cambiando qualcosa la prestazione c’è stata. Sono soddisfatto al momento. Siamo quelli di queste due gare fatta eccezione per Benedetti che è squalificato”.

FORMA SQUADRA ED ESORDIO CON IL PARMA: “Un mese di lavoro nelle gambe lo abbiamo, il mio pensiero è che arriviamo a questa partita preparati. Le due presentazioni in Coppa ci hanno dato delle risposte e ci hanno confermato la bontà del lavoro in questa fase. Domani sarà la prima di campionato, affrontiamo una squadra molto organizzata guidata da un allenatore con un curriculum importante. Sarà difficile ma noi proveremo a giocarcela al massimo come sempre”.

ATTEGGIAMENTO IN CAMPO: “Quello che abbiamo visto soprattutto a Verona vorrei fosse sempre una certezza. È quello che vorrebbe ogni allenatore. Il mio obiettivo è rendere la squadra pronta a tutto. Poi ogni partita ha i suoi momenti. Le ultime due sfide ci hanno dato indicazioni positive in questo senso e spero si possa continuare così”.

MODULI TATTICI: “Non trovo tanta differenza per quanto riguarda i moduli. Io ho sempre detto dal primo giorno che preferisco giocare con 4 difensori e 3 centrocampisti di base, poi ci sono varie soluzioni da adottare a seconda dell’occorrenza. I due attaccanti devono farsi trovare in posizione dove si creano spazi”.

CONVOCATI E FORMAZIONE: “Sapete che le formazioni le decido il giorno stesso della partita. Ceter fa progressi, ieri si è allenato un po’ con i compagni ma non credo sarà a disposizione per Parma. I centrali difensivi mi danno ampia sicurezza, l’assenza di Vicari non mi crea problemi”.

DEBUTTI IN CARRIERA PER MIGNANI: “Sia da calciatore che da allenatore ne ho fatti diversi. Ora ad una certa età è un qualcosa a cui si pensa di meno. Qualunque debutto si presenterà per me penso solo a prepararli al meglio chiedendo a me stesso il massimo”.

EXPLOIT CHEDDIRA: “E’ un ragazzo speciale ma come tanti altri. Ha tanta fame, umiltà e si mette sempre a disposizione della squadra. Quest’anno è partito forte ma io credo che a livello di prestazioni c’è sempre stato. Poi di sbagliare un gol o un gesto tecnico capita a tutti. L’importante è l’atteggiamento che si ha in campo e in allenamento. Penso che si esalti molto negli spazi e quando giochi contro squadre che concedono di più riesce a mettersi in mostra più facilmente”.

PENSIERO DOPO LA VITTORIA 4-1 A VERONA: “Se avessi pensato che dopo due partite o dopo una vittoria con questo risultato che siamo i più forti mi illuderei. Abbiamo fatto buone prestazioni, ma dobbiamo restare concentrati. Io personalmente sono sempre già proiettato alla prossima sfida dopo una vittoria”.

SCELTE DI FORMAZIONE: “Voglio che i ragazzi sappiano che probabilmente l’allenatore è il primo che sbaglia. In una rosa di 24 giocatori, ne possono giocare solo 11 dall’inizio. Considero tutti allo stesso modo e nessuna scelta è definitiva. Semplicemente faccio giocare chi reputo al momento all’altezza”.

PECCHIA: “Da calciatori abbiamo giocato insieme. Già all’epoca aveva grandi doti e secondo me le ha anche da allenatore. Anche lui ha fatto una lunga gavetta affiancando come vice Rafa Benitez. Schiererà la squadra con saggezza senza stravolgerla perché sta dando al Parma già un’identità e sta ottenendo certezze”.

SERIE B: “Sarà un campionato diverso dove il Bari, questa volta, non parte favorito. Affronteremo partite diverse dove ci saranno più spazi rispetto a quelle viste lo scorso anno in C. Proveremo a fare nostre le gare cercando di imporre ritmi e gioco all’avversario. Dobbiamo mantenere sempre lo stesso atteggiamento pensando che in ogni categoria si vince sempre prendendo un gol in meno dell’avversario”.

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!