10.5 C
Comune di Bari
mercoledì 8 Dicembre 2021
Home Bassa sx La meraviglia delle calette di Torre a Mare viste dal drone. "I...

La meraviglia delle calette di Torre a Mare viste dal drone. “I luoghi del cuore”

Notizie da leggere

Una meraviglia nascosta catturata dal drone. Sconosciuta a tanti baresi, amata da chi la scopre per caso e resta sorpreso dalla vista inaspettata. Sono le calette di Torre a mare: piccole spiagge comprese tra la zona sud della ex frazione di Bari e il litorale di Mola. “Ho la fortuna di correre la mattina presto e quindi di godere della loro suggestiva bellezza nel deserto dell’alba”, racconta Francesco Ventrella, consigliere municipale, uno dei fondatori del comitato dei residenti di Torre a mare. Francesco, fotografo per passione, racconta la meraviglia delle piccole insenature attraverso gli scatti realizzati col drone. “Rigorosamente di peso inferiore a 250 grammi, che si può usare senza patentino”, scherza. Grazie al drone si riescono a fotografare bene anche le calette impossibili da raggiungere con i mezzi, visto che la strada è chiusa al traffico (in teoria anche al transito pedonale) da anni causa rischio crolli, e molte sono accessibili dalla complanare solo attraverso i vialetti delle ville costruite a ridosso del mare, troppo spesso chiusi dai proprietari (non sempre legittimamente).
Da “Cala Colombo” a “Sant’Andrea”, passando per “Cala Settanni” e raggiungendo la Grotta della Regina, dove leggenda vuole Bona Sforza incontrasse in gran segreto i suoi amanti. Luoghi di ritrovamenti archeologici, ancora tutti da valorizzare. “I miei luoghi del cuore”, sorride Francesco, che con i suoi scatti testimonierà nel tempo anche i cambiamenti della falesia legati all’erosione costiera.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

error: Contenuti protetti