20.5 C
Comune di Bari

Le notizie di oggi di Bari su Telebari.it

domenica 22 Maggio 2022
HomeStorieUna docente barese scelta dalla ministra Cartabia nel pool di esperti per...

Una docente barese scelta dalla ministra Cartabia nel pool di esperti per la riforma del processo penale

Notizie da leggere

Una docente dell’Università degli studi di Bari nel pool di esperti per ridefinire le regole del processo penale. La professoressa Marilena Colamussi, professore associato di Diritto processuale penale e di Diritto processuale penale minorile (dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi Aldo Moro) è stata nominata nel un gruppo di lavoro per l’elaborazione degli schemi di decreto legislativo in materia di processo penale telematico e di ufficio per il processo penale.

Il gruppo di lavoro nominato con decreto della ministra della Giustizia, Marta Cartabia, si occuperà dell’ elaborazione degli schemi di decreto legislativo in materia di processo penale telematico e di ufficio per il processo penale, in attuazione della legge delega n. 134/2021 di riforma del processo penale, spiega l’Università in una nota. Il nuovo gruppo di lavoro si affianca ai cinque già costituti nello scorso mese di ottobre e sarà coordinato dal professore Michele Caianiello, ordinario di Procedura penale e direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Bologna. Ne faranno parte studiosi ed esperti con differenti professionalità ed esperienze: docenti universitari di procedura penale, di informatica e di informatica giuridica, avvocati, magistrati, personale della Direzione generale per i Sistemi informativi automatizzati – D.G.S.I.A del ministero della Giustizia e personale amministrativo delle cancellerie e delle segreterie degli uffici giudiziari.

Il Gruppo di lavoro dovrà ultimare i lavori entro il 20 giugno 2022. Le riforme in materia di processo penale telematico e di ufficio per il processo penale coniugano profili giuridici, tecnici e organizzativi e rivestono un’importanza strategica per il raggiungimento degli obiettivi di efficienza e di riduzione dei tempi del processo penale, stabiliti nel Pnrr, conclude l’Università.

Leggi anche...

Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Impossibile copiare il testo!