7 C
Comune di Bari
martedì 20 Aprile 2021
Home Attualità Fase 2 e mascherine chirurgiche, farmacisti: “Introvabili anche per noi. Venderle a...

Fase 2 e mascherine chirurgiche, farmacisti: “Introvabili anche per noi. Venderle a 50 centesimi è quasi impossibile”

Da leggere

Le mascherine chirurgiche, quelle per cui è stato imposto un prezzo massimo di 50 centesimi, “sono diventate introvabili”. Lo confermano alcuni farmacisti pugliesi evidenziando che anche per loro “è impossibile pagarle a quel prezzo, mentre la gente pretende di pagarle quanto ha sentito dire da Conte nel discorso in tv e ci accusa di voler speculare”.

“In realtà – sottolinea il titolare di due farmacie, in provincia di Bari e Foggia – dalle mascherine non è stata tolta l’IVA al 22%, quindi il prezzo al quale è possibile venderle è 61 centesimi. Ma gli unici che ci consentono un minimo di guadagno sono i grossisti, che le vendono a noi a 40 centesimi, ma ormai hanno esaurito le scorte”.

“Ieri – aggiunge – ne ho avute solo 50 e le ho vendute in 5 minuti. Oggi me ne arrivano altre 30 e sono già tutte prenotate”. I farmacisti denunciano anche “molta confusione sulle pratiche di rimborso per ottenere dal Governo la differenza di prezzo delle mascherine che, ad esempio, erano già in magazzino prima che fosse fissato il prezzo a 50 centesimi. Quelle che avevamo le abbiamo pagate anche 1.50 euro e le abbiamo vendute a 61 centesimi, tra le proteste dei clienti. Ora dobbiamo sperare che il Governo, chissà quando, ci rimborsi”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Buon 48esimo Telebari!