13.3 C
Comune di Bari
venerdì 23 Aprile 2021
Home Apertura Decreto Rilancio e stabilizzazione precari Sanità, Emiliano: “Riconoscimento a chi ha combattuto...

Decreto Rilancio e stabilizzazione precari Sanità, Emiliano: “Riconoscimento a chi ha combattuto contro il virus”

Da leggere

“La Regione Puglia ha chiesto al Governo di estendere la stabilizzazione del personale sanitario anche a coloro i quali maturano i 36 mesi di lavoro entro il 31 dicembre 2020. Da ieri sera è legge”. Questo il buongiorno del governatore Michele Emiliano sui social. “È un riconoscimento al lavoro svolto da medici, infermieri e operatori sanitari che hanno combattuto contro il virus nella nostra Sanità – ha aggiunto il presidente della Regione -. L’articolo è stato scritto dagli onorevoli Ubaldo Pagano e Marianna Madia, che ringrazio pubblicamente assieme al Governo”.

Ed è proprio il deputato barese del Partito Democratico – e membro della Commissione Bilancio della Camera – ad esprimere in una nota tutta la propria soddisfazione. “Con il decreto Rilancio – commenta Pagano -si ripara alla insensata differenziazione della normativa per le stabilizzazioni dei dipendenti della Pubblica Amministrazione che fino a ieri penalizzava ingiustamente il personale medico, infermieristico e tecnico-professionale del Sistema Sanitario Nazionale rispetto a tutti gli altri. Dopo tanti tentativi di emendamento, la mia proposta di parificare i termini per la maturazione dei tre anni di servizio tra personale sanitario e i dipendenti di tutte le altre amministrazioni pubbliche è stata finalmente condivisa dal governo. Una notizia importante per tanti professionisti precari cui non si poteva procedere all’assunzione a tempo indeterminato solo a causa di questa immotivata discriminazione”.

“Fino a ieri – spiega Pagano –  un infermiere assunto a tempo determinato nel 2017 non poteva essere stabilizzato, a differenza di un qualsiasi altro dipendente pubblico precario assunto alla stessa data. La modifica introdotta con questo decreto permette anche al personale precario della sanità di maturare 3 anni di servizio, anche non continuativi, entro il 31 dicembre 2020 per essere assunti a tempo indeterminato, esattamente come per tutti gli altri. Oltre che rispecchiare il puro buonsenso, questa modifica risponde all’assoluta urgenza di rimediare alla strutturale carenza di personale nella sanità pubblica, cui troppo spesso si è sopperito con il precariato”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

Buon 48esimo Telebari!