26.2 C
Comune di Bari
lunedì 20 Settembre 2021
Home Attualità Coronavirus, ok da Regione Puglia ad attività di tatuaggi-piercing e centri benessere:...

Coronavirus, ok da Regione Puglia ad attività di tatuaggi-piercing e centri benessere: no a sauna e bagno turco

Notizie da leggere

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emanato un’ordinanza in materia di attività di tatuaggio e piercing e attività dei centri per il benessere fisico.
 
Entrambe le attività sono consentite a condizione che vengano svolte per appuntamento, assicurando il rispetto delle misure generali per la prevenzione della trasmissione del virus ed in particolare, il distanziamento fisico, l’igiene delle mani e della persona, la pulizia e la sanificazione degli ambienti di lavoro e l’uso di dispositivi di protezione individuale laddove il distanziamento fisico non possa avere luogo nonché nel rispetto delle misure specifiche di seguito stabilite.
 
Per assicurare il minimo rischio di contagio, gli operatori dei settori dovranno
seguire una scrupolosa igiene personale prima di recarsi sul posto di lavoro, procedendo ad una completa detersione del corpo, compresi i capelli. Misurare la temperatura a tutti i dipendenti, ogni giorno, e in caso di febbre superiore ai 37,5 gradi, farli rientrare immediatamente presso il loro domicilio, affinché allertino il medico curante. E ancora, gli operatori dovranno proteggersi con tutti i dispositivi di sicrezza, come mascherine ffp2 e assicurare che, fra un cliente e l’altro, sia sempre praticata la disinfezione con gel idroalcolico delle mani.

Inoltre, le postazioni di lavoro dovranno essere igienizzate tra un cliente e l’altro, fino a mantenere la lista giornaliera dei clienti da esibire a richiesta da parte delle autorità sanitarie in caso di attività di contact tracing da effettuarsi per i casi previsti dalle circolari del Ministero della Salute.
 
Le attività di sauna, bagno turco, bagno di vapore e vasca idromassaggio sono interdette. Gli esercenti devono, altresì, garantire che, prima della riapertura, si sia proceduto alla manutenzione degli impianti di condizionamento. In prossimità dell’entrata del locale, deve essere disponibile un dispenser automatico di gel idroalcoolico che dovrà essere utilizzato per igienizzare le mani all’ingresso e all’uscita dal locale da ogni cliente. Il cliente è tenuto a riporre eventuali giacche e soprabiti in un armadio o attaccapanni posto in prossimità dell’entrata.

Non devono essere presenti nel locale riviste o libri ad uso dei clienti. Gli esercenti devono fornire al cliente, all’ingresso del locale, una mascherina chirurgica da indossare obbligatoriamente durante tutte le attività che lo permettano. Se il cliente indossa una propria mascherina, dovrà essere invitato a sostituirla con quella nuova fornita dall’operatore. Le mascherine usate, laddove non venissero portate via dal cliente, dovranno essere raccolte in un apposito contenitore e smaltite con la raccolta indifferenziata dei rifiuti.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche