Home Attualità Fase 2, intese Tribunale-avvocati su svolgimento udienze. L’Ordine: “Pronti a ripartire ma...

Fase 2, intese Tribunale-avvocati su svolgimento udienze. L’Ordine: “Pronti a ripartire ma mancano i cancellieri”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il Tribunale di Bari, la relativa sezione Lavoro e l’Ordine degli avvocati hanno sottoscritto due protocolli d’intesa per disciplinare le modalità di svolgimento delle udienze in materia civile e del lavoro fissando in modo dettagliato quali debbano svolgersi con trattazione scritta, quali in collegamento da remoto e quali in presenza delle parti, con l’obiettivo “condiviso di rendere quanto più chiare possibile le modalità di svolgimento delle udienze e di contenere al massimo il loro rinvio”.

“Noi avvocati siamo pronti a ripartire, ma senza personale di cancelleria nei Tribunali è come affrontare in zattera una difficile traversata” dice il presidente dell’Ordine Giovanni Stefanì, facendo riferimento al fatto che “la Giustizia nel foro barese potrebbe adesso riprendere il suo corso in modo spedito se non vivessimo una grave contraddizione: lo svolgimento delle udienze con trattazione scritta si concilia poco con l’attuale organizzazione del personale di cancelleria, deputato alla gestione degli atti processuali”.

“Purtroppo, queste risorse ancora oggi lavorano prevalentemente in smart working senza poter accedere alla piattaforma informativa on line degli uffici giudiziari e sono in sistematico ritardo nel rispondere alle istanze telefoniche o via e-mail degli avvocati”. L’auspicio, “considerato il rassicurante andamento epidemiologico del contagio nel nostro territorio e il ritorno generalizzato al lavoro” è “che – dice Stefanì – il prezioso personale di cancelleria possa tornare presto nei Tribunali”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui