Home Attualità ‘Assistenti civici’ per la fase 2, Decaro chiarisce: “Chi pensa a ronde...

‘Assistenti civici’ per la fase 2, Decaro chiarisce: “Chi pensa a ronde o giustizieri è fuori strada”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

“Chi pensa alle ronde o a giustizieri improvvisati non conosce le cose bellissime che i volontari hanno fatto in questi mesi”. Lo ha detto il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, ieri sera al termine dell’incontro con i ministri Lamorgese, Boccia e Catalfo sulla questione ‘assistenti civici’, anche e soprattutto in relazione alla polemica scaturita dopo l’annuncio della pubblicazione di un bando online per la ricerca di 60mila volontari da impiegare per attività sociali, per collaborare al rispetto del distanziamento sociale e per dare un sostegno alla parte più debole della popolazione

“Se avessimo voluto la forza pubblica – ha chiarito Decaro – avremmo chiesto dei carabinieri o l’esercito. Noi sindaci siamo in prima linea da tre mesi, ce la mettiamo tutta, siamo stremati dalla gestione dell’emergenza e non vorremmo ora combattere anche le insidie della polemica politica. Ci piacerebbero meno dibattiti e più aiuti concreti. Non possiamo essere lasciati ancora una volta da soli”.

“Noi sindaci – ha ribadito ancora Decaro – in cabina di regia abbiamo chiesto a governo e regioni di assicurarci la presenza di volontari dalle protezioni civili regionali per continuare le attività straordinarie che gli stessi volontari hanno fatto in questi mesi tenendo in piedi le nostre comunità. Il governo ci ha proposto di individuarli attraverso un bando della protezione civile nazionale. Ai sindaci non interessa come arriveranno i volontari – conclude -. Vogliamo solo una mano a gestire un momento difficile”.

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui