8.4 C
Comune di Bari
sabato 4 Dicembre 2021
Home Apertura Il 15 giugno sale slot e discoteche, dopo una settimana i campi...

Il 15 giugno sale slot e discoteche, dopo una settimana i campi estivi e poi il calcetto: l’ordinanza di Emiliano per la Puglia

Notizie da leggere

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha emanato ieri in tarda serata l’ordinanza numero 259 che ha per oggetto il DPCM dell’11 giugno sulle nuove riaperture e l’approvazione delle linee guida regionali contenenti le misure idonee a prevenire o ridurre il rischio di contagio per le attività oggetto di riapertura.

L’ordinanza dispone che a partire dal 15 giugno, nel rispetto delle indicazioni tecniche operative definite dalle linee guida regionali, sono consentite le seguenti attività: aree giochi attrezzate per bambini; wedding e ricevimenti per eventi; attività formative in presenza; sale slot, sale giochi e sale scommesse; attività di intrattenimento danzante all’aperto.

Dopo una settimana poi, a partire dal 22 giugno, sempre nel rispetto delle linee guida, potranno ripartire i campi estivi, le attività ludico-ricreative ed educative-sperimentali per la prima infanzia (3-36 mesi) e le attività ludico-ricreative di educazione non formale e attività sperimentali di educazione all’aperto “outdoor education” per bambini e adolescenti di età 3-17 anni.

Il 25 giugno, infine, sarà consentito lo svolgimento degli sport di contatto. Previa intesa, però, con il Ministero della Salute e l’Autorità di Governo delegata in materia di sport e sempre in conformità a quanto disposto dal DPCM dell’11 giugno.

INTRATTENIMENTO DANZANTE ALL’APERTO

Particolare attesa, mista a curiosità, ruotava attorno alla riapertura delle discoteche e alle linee guida che i locali avrebbero dovuto seguire per poter lavorare. Eccole.

■ L’azienda, attraverso le modalità più idonee ed efficaci, informa tutti i lavoratori e chiunque entri in azienda circa le disposizioni delle Autorità, consegnando e/o affiggendo all’ingresso e nei luoghi maggiormente visibili dei locali aziendali, apposito materiale informativo, prevedendo inoltre sezioni informative sul tema COVID-19. In particolare, le disposizioni riguardano:

– preclusione dell’accesso a chi, negli ultimi 14 giorni, abbia avuto contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19 o provenga da altri Stati a rischio;

– obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali e di chiamare il medico di famiglia e/o l’Autorità sanitaria;

– impegno a rispettare tutte le disposizioni delle Autorità e del datore di lavoro nell’accedere in azienda (in particolare, mantenere la distanza di sicurezza, osservare le regole di igiene delle mani e tenere comportamenti igienicamente corretti).

■ Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura >37,5 °C. In alternativa è bene sia fornita l’informazione al cliente che, in caso di febbre e/o sintomi respiratori, sarà invitato a rivolgersi al proprio medico;

■ L’azienda si impegna ad assicurare la disinfezione giornaliera dei locali, degli ambienti, delle attrezzature e di ogni postazione di lavoro, prestando attenzione agli spazi comuni, con idonei prodotti detergenti o igienizzanti a base di soluzioni idroalcoliche o di cloro;

■ Tutti gli ambienti devono essere arieggiati giornalmente;

■ Predisposizione di igienizzazione settimanale di impianti di riscaldamento e raffrescamento; la pulizia settimanale verrà effettuata in base alle indicazioni fornite dal produttore, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo.

■ Spegnimento della funzione di ricircolo dell’aria per gli impianti di ventilazione;

Applicazione del codice di affollamento di 0,7 persone al metro quadro rispetto a quello previsto per legge ovvero di 1,2 persone per metro quadro, rifacendosi all’art 1 lett. F ed L del DM 19/08/96; in caso nei successivi quindici giorni dalla riapertura dei locali di intrattenimento danzante art. 1 lett F ed L del DM 19/08/96 la curva epidemiologica della Regione Puglia non presenti variazioni peggiorative, il codice di affollamento tornerà ad essere quello previsto dalle normative vigenti ovvero di 1,2 persone per metro quadro;

Rendere disponibili prodotti igienizzanti per i clienti e per il personale in più postazioni della struttura;

■ Privilegiare l’accesso alle strutture tramite prenotazione e mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 gg;

■ La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche.

■ Utilizzo di dispositivi di protezione personale, quali mascherine, in luoghi ove aumenti il rischio di assembramento, al chiuso: ad es. bancone bar, fila alla cassa, etc;

Riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso al locale in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale; detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Se possibile organizzare percorsi separati per l’entrata e per l’uscita.

■ Tavoli e poltrone saranno posizionati almeno a 1 metro di distanza l’uno dall’altro o comunque in modo da consentire adeguato distanziamento;

■ Sarà prevista corretta igienizzazioni dei tavoli e delle sedute dopo l’utilizzo da parte dei clienti;

Regolamentazione dell’accesso alla pista facilitato da apposito personale;

■ I servizi igienici a disposizione dei clienti saranno dotati di prodotti igienizzanti per la disinfezione delle mani e di apposita segnaletica orizzontale e/o verticale per il contingentamento di ingresso e uscita;

■ Somministrazione di alimenti e le bevande attraverso materiale monouso;

Per il servizio al banco bar sarà assicurato il distanziamento interpersonale di un metro, attraverso il posizionamento di idonea segnaletica orizzontale e/o verticale;

■ Adozione di menu digitali inviati direttamente su dispositivi dei clienti o, in alternativa, si prevedrà corretta igienizzazione dei menu dopo ogni uso, o predisposizione di menù cartacei usa e getta.

MATRIMONI

Ai matrimoni saranno vietati i buffet a self service, mentre il buffet al tavolo – ad esempio piatti di affettati da condividere – è autorizzato se effettuato in confezioni monoporzioni. Salse, pane, cracker, grissini potranno essere somministrati agli ospiti in monoporzione non confezionata, servita direttamente con l’uso di pinze. Per gli invitati la misurazione della temperatura corporea è consigliata ma non è obbligatoria, ma dovranno mantenere la distanza di un metro, ad eccezione dei conviventi.

I tavoli dovranno essere distribuiti e distanziati di almeno due metri. Gli invitati “in ambienti interni ed esterni non avranno l’obbligo di indossare la mascherina chirurgica nei casi di allontanamento dal proprio tavolo, a condizione di rispettare il distanziamento interpersonale di 1 metro se soggetti non conviventi”.

I fotografi dovranno indossare la mascherina e organizzare il servizio fotografico “in modo responsabile”. I gruppi musicali dovranno “distanziarsi dal pubblico per almeno 3 metri, qualora non provvisti di barriere antidroplets in prossimità del microfono e dovranno indossare la mascherina chirurgica esclusivamente nel caso in cui debbano spostarsi nelle aree comuni interne”.

In caso di festa danzante, ai matrimoni, nella pista da ballo dovrà essere rispettato l’indice di affollamento di due metri quadri per persona. Il servizio guardaroba viene fornito solo se è possibile evitare il contatto tra i capi d’abbigliamento dei diversi ospiti. Il personale a contatto con il pubblico – camerieri, baristi e receptionist – è tenuto all’uso della mascherina chirurgica. L’uso dei guanti non è obbligatorio.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche

error: Contenuti protetti