34.5 C
Comune di Bari
martedì 27 Luglio 2021
Home Attualità Bari, Garante minori Abbaticchio: "Potenziare cure sanitarie per i Rom"

Bari, Garante minori Abbaticchio: “Potenziare cure sanitarie per i Rom”

Notizie da leggere

Il Garante regionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Ludovico Abbaticchio, dopo aver ricevuto una segnalazione, ha scritto al presidente Michele Emiliano, all’assessore Salvatore Ruggeri, al direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro e al direttore dell’Asl Bari, Antonio Sanguedolce, per sollecitare un provvedimento per i minorenni rumeni che vivono nel campo rom di Santa Candida a Bari, tra Carbonara e Poggiofranco, lo stesso dove è morto sabato sera Ezachel, il bambino di 2 anni investito da un’auto guidata dal padre in retromarcia.

“Il campo – spiega Abbaticchio – è abitato in maniera continuativa da molti anni da persone che svolgono attività saltuarie e dai loro figli che frequentano le scuole pubbliche. Tutti privi di residenza. A queste persone è garantita per legge assistenza sanitaria a tempo determinato solamente se dotati di codice Eni, il codice può essere rilasciato esclusivamente dal medico del pronto soccorso o medico di struttura pubblica presso cui il soggetto si è recato per chiedere assistenza. Una volta fornito tale Codice Eni, si può procedere all’iscrizione anagrafica sanitaria. Non tutti i rom sono affetti da malattie croniche e diverse patologie non possono essere curate perché non ne hanno diritto”.

Ancora più grave – secondo il Garante – è “la situazione dei minorenni che ricevono assistenza pediatrica gratuita fino ai 6 anni. Non si comprendono le ragioni che determinano l’indicazione di questo limite di età”. Il Garante auspica sia possibile prevedere interventi.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche