27.8 C
Comune di Bari
lunedì 26 Luglio 2021
Home Attualità Palo, Bellanova in visita alla Siciliani Carni: “Al lavoro per sostenere settore...

Palo, Bellanova in visita alla Siciliani Carni: “Al lavoro per sostenere settore fondamentale del made in Italy”

Notizie da leggere

Teresa Bellanova – ministra alle politiche agricole, alimentari e forestali – è in Puglia. La prima visita effettuata in mattinata è stata quella alla Siciliani Carni SpA di Palo del Colle, azienda leader nella produzione di carni bovine, suine e primo produttore italiano di carni ovine.

“Stiamo lavorando in modo costante per garantire sostegno anche a questo settore fondamentale del made in Italy, in particolare grazie ai contratti di filiera, uno strumento straordinario che vogliamo incentivare e potenziare – scrive sui social la ministra, dopo la visita -. Ma non solo. Per dare respiro alle imprese nell’emergenza sanitaria abbiamo destinato 90 milioni al Fondo zootecnia e previsto l’esonero dei contributi per i primi 6 mesi del 2020 anche per le aziende dell’allevamento”.

“Per sostenere le nostre eccellenze abbiamo però bisogno dell’aiuto di tutti gli attori in gioco – aggiunge Bellanova -. E proprio per questo ho voluto fare un appello alla grande distribuzione, affinché non si svaluti il valore delle nostre grandi eccellenze con campagne costanti di promozione sottocosto. Un appello che voglio estendere anche ai consumatori, perché siano consapevoli che il prezzo di quel risparmio lo paga sempre qualcuno, i soggetti più fragili, i lavoratori. Il nostro Paese e le nostre imprese vincono se siamo in grado di valorizzare la loro qualità”.

“E sempre rivolta all’attenzione dei consumatori e al pieno riconoscimento dell’alta qualità Made in Italy è la nostra battaglia per l’obbligo di origine in etichetta – conclude la ministra -. La scorsa settimana abbiamo firmato il decreto per l’etichettatura obbligatoria per gli insaccati suini, ma continuiamo a lavorare in Italia e in Europa per assicurare ai consumatori di tutto il mondo informazioni corrette, complete e trasparenti”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Guarda anche