Home Attualità Scritte ‘no lesbo’ alla stazione di Molfetta, il sindaco: “Muri ripuliti. Atti...

Scritte ‘no lesbo’ alla stazione di Molfetta, il sindaco: “Muri ripuliti. Atti vandalici da condannare”

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

I muri della stazione ferroviaria di Molfetta sono tornati puliti. Sono state rimosse, quindi, le scritte lesbofobiche lasciate da qualcuno su una delle pareti perimetrali di piazza Moro: a richiedere l’intervento a Rete Ferrovie Italiane è stata la Polizia locale.

“Viviamo tempi in cui la violenza si manifesta nelle forme più varie, dagli insulti sessisti sui social fino alle forme più estreme di violenza fisica – spiega l’assessore alla sicurezza e alla polizia locale, Antonio Ancona –. Non possiamo assuefarci a questi atteggiamenti e per questo ci siamo subito adoperati affinché quelle scritte venissero rimosse”.

“È fondamentale che questi atti vandalici vengano stigmatizzati e condannati – aggiunge il sindaco, Tommaso Minervini -. L’orientamento sessuale non può essere il pretesto per colpire una persona e quanto è accaduto in queste ore al Parco Verde di Caivano ne è l’amara conferma”. Il riferimento, naturalmente, è alla 18enne Maria Paola, morta dopo un incidente causato di proposito dal fratello che non condivideva la relazione che la ragazza portava avanti con un uomo trans.