9.6 C
Comune di Bari
domenica 11 Aprile 2021
Home Attualità ‘aMano libera’, taralli fatti a mano dai detenuti: il progetto solidale arriva...

‘aMano libera’, taralli fatti a mano dai detenuti: il progetto solidale arriva nei supermercati del Gruppo Megamark

Da leggere

Si chiamano ‘aMano libera’ e sono i tradizionali taralli pugliesi fatti a mano da dieci ragazzi detenuti ed ex detenuti di alcune carceri italiane coinvolti nel progetto ‘Senza sbarre’ della Diocesi di Andria realizzato dall’associazione ‘Amici di San Vittore ONLUS’ di Andria per offrire programmi alternativi alla detenzione e sostegno a giovani che hanno fatto un’esperienza carceraria. ‘Senza sbarre’ è uno dei vincitori dell’edizione 2018/2019 di ‘Orizzonti Solidali’, il bando di concorso promosso dalla Fondazione Megamark di Trani in collaborazione con i supermercati A&O, Dok, Famila e Iperfamila, destinato al terzo settore pugliese.

In una masseria fortificata, circondata da circa 10 ettari di terreni e situata in contrada San Vittore, ad Andria, all’interno di un casale contadino trasformato in laboratorio tecnico agricolo, i ragazzi coinvolti nel progetto, con la collaborazione di tutor del tarallificio Tesori d’Apulia di Trani, hanno potuto apprendere l’arte della preparazione artigianale dei taralli e avviarne la produzione e il confezionamento. Sempre Tesori d’Apulia poi, dopo aver certificato la qualità del prodotto, commercia il prodotto con i taralli ‘aMano libera’ che, a partire da questi giorni, sono in vendita – in confezione da 200 grammi – nei supermercati Dok, A&O, Famila e SOLE365 del Gruppo Megamark. Si potrà scegliere tra tre gusti: i tradizionali al finocchio e quelli più innovativi al pomodoro secco e al vino Nero di Troia.

“Da diversi anni ormai sosteniamo nei nostri punti vendita iniziative di questo genere – dichiara Francesco Pomarico, direttore operativo del Gruppo Megamark – perché crediamo fortemente nel valore di percorsi finalizzati a dare un’opportunità e una fonte di sostegno a chi, a causa di uno sbaglio commesso, ha la vita segnata da un percorso carcerario. Questi taralli rappresentato un’opportunità per tutti: un segno di speranza per i ragazzi che li produrranno e un gesto di amore e di solidarietà per i clienti che li acquisteranno”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche