Home Apertura Covid a Bari, ordinanza su chiusura anticipata dei negozi: ecco via Sparano...

Covid a Bari, ordinanza su chiusura anticipata dei negozi: ecco via Sparano prima e dopo le 19

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Sabato 7 novembre la reprimenda social del sindaco Antonio Decaro per una via Sparano stracolma di gente, intorno alle ore 20, nonostante i dati poco confortanti che arrivavano dal quotidiano bollettino epidemiologico della Puglia: 1.054 nuovi casi positivi al Covid in 24 ore.

Ieri, sabato 14 novembre, l’incremento dei casi, sempre nelle consuete 24 ore, è stato di ben 1.741 unità. E a differenza di una settimana fa, alle ore 20, via Sparano era pressoché deserta: pochissime persone a passeggio nell’area pedonale e forze dell’ordine a presidiare la zona.

A svuotare la principale via dello shopping della città a ridosso dell’ora di cena – certamente un merito, considerando l’emergenza sanitaria in atto – è stata a metà settimana l’ordinanza firmata da Decaro “per favorire l’orario continuato ed evitare assembramenti”: chiusura dei negozi alle 19.

“In questa situazione complicata – aveva spiegato il sindaco – tutti dobbiamo fare la nostra parte. Ripensare le nostre abitudini e i nostri tempi di vita. Con la chiusura anticipata dei negozi, che in questi giorni hanno rappresentato l’alibi per tanti cittadini per attardarsi in giro creando situazioni di assembramento serale, si potranno fare acquisti in sicurezza, in orari meno affollati, tutelando allo stesso tempo la salute di tutti”.

L’ottima teoria del discorso, però, sembra cozzare con la pratica di quanto effettivamente accaduto ieri in via Sparano. Vuota sì alle 20, ma piena di gente, esattamente come la settimana scorsa, prima delle 19. A quanto pare, nonostante l’invito di Decaro a cambiare abitudini, i baresi alla passeggiata in centro del sabato pomeriggio proprio non riescono a rinunciare. Gli orari cambiano, ma il problema resta.