11.3 C
Comune di Bari
giovedì 22 Aprile 2021
Home Attualità Covid, la Puglia resta 'arancione': firmata l'ordinanza ma possibile una nuova classificazione

Covid, la Puglia resta ‘arancione’: firmata l’ordinanza ma possibile una nuova classificazione

Da leggere

La Puglia resta in bilico tra l’arancione e il rosso. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza con cui si rinnovano le misure relative a cinque regioni. Tra queste è compreso anche quella del tacco dello stivale. Se è vero che il nuovo provvedimento sarà valido fino al 3 dicembre 2020 resta ferma la possibilità di una nuova classificazione.

L’atto del Ministero era necessario infatti per rinnovare la precedente ordinanza firmata il 4 novembre all’indomani dell’ultimo DPCM e in scadenza proprio oggi. Tra stasera e domani, però, l’analisi dei nuovi dati potrebbe portare ad adottare misure più forti. La cabina di regia composta da Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità e tecnici designati dalla Conferenza Stato regioni sceglierà oggettivamente seguendo i 21 parametri già adottati finora.

L’eventuale passaggio in zona rossa comporterebbe il divieto di spostamento anche nel proprio comune salvo per determinate ragioni. La chiusura di tutti i negozi fatta eccezione per alimentari e altri beni di prima necessità. Così come chiuderebbero i centri estetici. Quanto alla scuole, ferma restando quanto disposto dall’ordinanza regionale 413, la didattica a distanza sarebbe estesa anche per le seconde e terze medie.

Pochi giorni fa il Presidente della regione Puglia Michele Emiliano aveva chiesto di istituire una zona rossa per le province di Foggia e BAT. In ogni caso se il provvedimento arrivasse d’intesa col Ministero della Salute, cosa più che probabile in caso di adozione, le aree interessate entrerebbero tra quelle beneficiarie degli aiuti del DL Ristori.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Buon 48esimo Telebari!