8.4 C
Comune di Bari
sabato 17 Aprile 2021
Home Attualità Covid, CISL Medici contro Emiliano. Pioggia di critiche: dalla scelta di smantellare...

Covid, CISL Medici contro Emiliano. Pioggia di critiche: dalla scelta di smantellare Asclepios all’ospedale in Fiera

Da leggere

“Gentile presidente della Regione Puglia, dopo aver letto il post su Facebook, come cittadini e come medici, siamo basiti per via delle sue sprezzanti dichiarazioni nei confronti di coloro che vivono da uno stipendio e di chi sta svolgendo, in questo periodo assai critico, attività mediche connesse all’emergenza Covid. Se alcuni esprimono un pensiero diverso dal suo, peraltro motivato, lei non ha il diritto di screditare e, soprattutto, generare contrapposizioni fra cittadini corregionali dalla cui gran parte è stato chiamato a svolgere il ruolo di presidente”. Inizia così una lettera inviata al governatore Michele Emiliano da CISL Medici Puglia e CISL Medici Bari.

Nel mirino dei medici è finito il post pubblicato su Facebook dal presidente della Regione Puglia venerdì scorso e soprattutto il passaggio in cui Emiliano scriveva: “Quando sentite qualcuno che vuole chiudere tutto, pensate che probabilmente vive di rendita o di stipendio, ma potrebbe anche essere un sanitario sfinito che vorrebbe chiudervi in casa per allentare la morsa sul suo reparto”. Ed i medici puntano il dito contro il governatore sottolineando come, a loro modo di vedere, “durante la scorsa estate non è stata condotta un’azione organizzativa adeguata a programmare per tempo le azioni da intraprendere se si fosse, com’è poi realmente accaduto, sviluppata una seconda ondata pandemica”.

CISL Medici Puglia e Bari, poi, chiedono a Emiliano “perché e su suggerimento di chi si è deciso di smantellare il Covid Hospital presso Asclepios. Perché non costruire per tempo – ove lo si ritenesse necessario, ma tal proposito nutriamo i nostri dubbi – la struttura presso la Fiera del Levante. Perché non utilizzare gli ambienti dell’ospedale militare. Perché non convertire in ospedali Covid altre strutture ospedaliere dismesse o sottoutilizzate. Queste sono solo alcune domande a cui lei – scrivono i medici rivolgendosi al presidente della Regione – invece di rispondere serenamente e pacatamente, nelle opportune sedi del confronto istituzionale, semplicemente elude vieppiù ferendo medici, operatori sanitari e quanti svolgono un lavoro che comporta la remunerazione di uno ‘stipendio fisso’, che definire tale, a volte, è persino risibile”.

“Non stravolga, dunque, la realtà – si legge in coda alla lettera inviata dai medici a Emiliano -. Condivida almeno i percorsi delle sue decisioni con i sindacati tutti. Non rifiuti il confronto procedendo a ruota libera ed in modo del tutto autonomo ed unilaterale. D’altronde, lei stesso ricorda nel suo post: ‘Dobbiamo combattere la pandemia non con un modello dittatoriale ma in democrazia’. Non lasciamo che queste restino solo vuote parole”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche

Buon 48esimo Telebari!