9.1 C
Comune di Bari
giovedì 15 Aprile 2021
Home Attualità Polemica sull’albero di Natale ‘fai da te’ a San Girolamo, il gruppo...

Polemica sull’albero di Natale ‘fai da te’ a San Girolamo, il gruppo social: “Sbigottiti e demoralizzati. Lo togliamo”

Da leggere

“Siamo lieti di comunicarvi che abbiamo il nostro primo albero di Natale di gruppo”. Inizia così, lunedì pomeriggio, il racconto legato a un’iniziativa della community social di Bari: ‘Vivere a San Girolamo e Fesca’. Un’idea legata alle festività natalizie che racchiude in sé, in realtà, l’attenzione che una nutrita rappresentanza di residenti rivolge al quartiere già da tempo. Nello specifico a un’aiuola, in passato ricettacolo di sporcizia e deiezioni canine, adottata dal gruppo e resa nel tempo più bella. In questo particolare periodo, anche con un albero di Natale.

“Non saranno delle vacanze normali, ma il simbolo del Natale, come in tutte le famiglie, non deve mancare. Ora sta a noi addobbarlo – avevano scritto gli amministratori del gruppo a inizio settimana -. Portate i vostri bambini, appendete le loro letterine, portate una pallina o un filo argentato. L’albero si trova nel nostro giardinetto simbolo nei pressi del piazzale di via Tomasicchio”. A 48 ore dal via dell’iniziativa, l’albero si arricchisce dei primi addobbi. “Non siate timidi – scrivevano ancora i responsabili dell’iniziativa nel gruppo -venite e continuate ad aggiungere fiocchi e palline”.

Tanti gli apprezzamenti arrivati ai post pubblicati. Poi nella tarda serata di ieri, sempre gli organizzatori pubblicano un aggiornamento. “Qualche consigliere di Municipio ha avuto da ridire sull’installazione del nostro albero di Natale – raccontano gli amministratori -. Qualche componente di una commissione ha richiesto di fare chiarezza sull’installazione perché abusiva. Abbiamo provato a spiegare che questo albero non ha nemmeno le radici e che quindi non si tratta di piantumazione ma di un semplice fissaggio al terreno, ma niente, il Municipio ci chiede di sistemare burocraticamente questo giardino altrimenti dovrà essere riportato allo stato originario”.

“Non avendo intenzione di fare lo sporco gioco della politica che attacca un albero di Natale in un quartiere dimenticato dalle istituzioni, dal Municipio III in prima linea, e subito a seguire dal Comune – si legge ancora nel post – ci vediamo costretti, nei prossimi giorni, a dover spiantare tutto l’intero giardinetto, albero di Natale compreso. Siamo demoralizzati. Siamo sbigottiti. E siamo anche un po’ arrabbiati. Ricordiamo a tutti che questo albero è stato donato dall’ARIF ad alcuni consiglieri che gliene hanno fatto richiesta e con l’aiuto di un residente iscritto alla nostra pagina, sono stati consegnati a tante associazioni. Solo nel nostro caso, però, ha disturbato una commissione intera”.

“Questa è la politica del nostro quartiere e questi i suoi personaggi – concludono polemicamente da ‘Vivere a San Girolamo e Fesca’ -. Non chiedeteci più perché strada San Girolamo ha sempre quel restringimento, non chiedeteci più di far sistemare la viabilità, non chiedeteci più di avere più sicurezza nel nostro quartiere. Perché mentre accade tutto questo, qualcuno è impegnato a combattere ‘un albero di Natale abusivo’”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche