6.2 C
Comune di Bari
giovedì 15 Aprile 2021
Home Attualità Scuola a Bari, lettera della preside del Salvemini alle famiglie degli studenti:...

Scuola a Bari, lettera della preside del Salvemini alle famiglie degli studenti: “Vita in classe è insostituibile”

Da leggere

“Vi assicuro che la didattica a distanza funziona già da tempo e sarà assicurata. Tuttavia la risposta efficace all’eccezionalità del momento non significa ritenere paritaria la didattica in presenza e quella a distanza”. È un passaggio della lettera indirizzata alle famiglie degli studenti del liceo Salvemini di Bari dalla dirigente Tina Gesmundo. Questa settimana in Puglia per le scuole superiori prosegue la didattica a distanza, dalla prossima settimana si tornerà alle lezioni in presenza, ma con un massimo del 50% degli studenti per ogni scuola e con la possibilità per i genitori di optare sempre per la DAD.

“Nulla – sostiene la preside – può sostituire o surrogare la vita relazionale di una comunità di ricerca della classe, in cui lo scambio comunicativo, la cooperazione si avvalgono dell’empatia, della percezione affettiva, dell’ordine e del chiaro orientamento che la scuola, con i suoi spazi e i suoi tempi, con la varietà delle metodologie didattiche e con la chiarezza dei suoi curricoli, mettono a disposizione dei giovani per operare al meglio, con ordine, con pluralità di apporti educativi, con feedback più diretti e costanti, con le potenzialità generative della conversazione vis-à-vis”.

“Le relazioni online non sostituiscono la frequentazione libera a creativa della scuola, luogo di incontri, di socializzazione, di arricchimento umano” dice la preside, quindi, prosegue “dovremmo pensare a queste considerazioni prima di scegliere se lasciare i figli a casa o aiutarli a frequentare la scuola, con sicurezza e con protezione, pronti a far tesoro di un insostituibile esperienza di apprendimento e di crescita umana”, consiglia la dirigente. “Voglio dirvi intanto – conclude – che il liceo Salvemini ha fatto e sta facendo tutto il possibile per assicurare sicurezza e protezione ai sui studenti e ai suoi operatori”.


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche