30.5 C
Comune di Bari
martedì 3 Agosto 2021
Home Attualità Covid, "vaccini efficaci anche contro la variante inglese": i risultati dello studio

Covid, “vaccini efficaci anche contro la variante inglese”: i risultati dello studio

Notizie da leggere

Un attento monitoraggio relativo alla variante inglese del virus SarsCov2 “ci consentirebbe, assieme al rafforzamento delle misure di mitigazione, di contenere e arginare gli effetti della nuova variante mentre si prosegue con le vaccinazioni, che restano comunque efficaci anche contro il virus mutato”.

Lo afferma il ministero della Salute, comunicando i risultati preliminari della ‘flash survey’ condotta dall’Iss e dal ministero insieme ai laboratori regionali, relativa alla diffusioni delle varianti in Italia. Tra questi anche l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata, l’Unità Complessa di Medicina Trasfusionale del Policlinico di Bari e il Dipartimento di Scienze Biomediche e Oncologia Umana dell’Università degli Studi di Bari.

Lo studio ha riguardato 12 pazienti che hanno contratto la malattia tra marzo e dicembre 2020 e che hanno sviluppato anticorpi in grado di neutralizzare il virus. I risultati di questo studio indicano che gli anticorpi prodotti a seguito dell’infezione indotta da varianti del ceppo Sars-CoV-2, circolanti prima della comparsa della variante inglese B.1.1.7 (VOC 202012/01), sono efficaci anche nei confronti di questa variante.

“Sono dati rassicuranti, in quanto tutti quelli che hanno superato la malattia e hanno prodotto buoni livelli di anticorpi protettivi, possono risultare protetti da una possibile reinfezione sostenuta dalla variante inglese del SARS-CoV-2 – spiega il direttore generale dell’IZSPB, Antonio Fasanella -. Va sottolineato che la sorveglianza genomica tesa a disegnare la mappa molecolare aggiornata dei ceppi circolanti di Sars-CoV-2 gioca un ruolo fondamentale, poiché questo virus può facilmente subire variazioni genetiche tali da non poter escludere a priori che in futuro si potrebbe assistere ad un cambiamento strutturale così rilevante da richiedere l’aggiornamento e/o la modifica del vaccino”, conclude Fasanella.

 


Iscriviti per rimanere aggiornato sui fatti della città di Bari.

Guarda anche